Il ministero degli Esteri ucraino ha esortato i concittadini a lasciare la Russia

© Sputnik . Mikhail VoskresenskiyMinistero degli esteri ucraino
Ministero degli esteri ucraino - Sputnik Italia, 1920, 23.02.2022
Seguici suTelegram
Il dipartimento ha motivato l’avvertimento con un "aumento dell'aggressività russa".
Il ministero degli Affari esteri ucraino, in una nota ufficiale, ha chiesto agli ucraini di astenersi da qualsiasi viaggio in Russia e di lasciare immediatamente il Paese, nel caso si trovino già in territorio russo.
"Ignorare tali raccomandazioni complicherà in modo significativo la fornitura di una protezione adeguata per gli ucraini in Russia", si legge nella pubblicazione.
Il dipartimento ha motivato l’avvertimento con un "aumento dell'aggressività russa".
Nelle ultime settimane, la situazione nel Donbass è peggiorata: Kiev ha concentrato la maggior parte dell'esercito sulla linea di contatto e spara regolarmente contro le milizie, anche con l'uso di equipaggiamenti proibiti. A causa della minaccia dell'invasione dell'Ucraina nelle autoproclamate repubbliche, donne, bambini e anziani hanno iniziato a essere evacuati dalle regioni russe. È stata annunciata la mobilitazione generale. In questa situazione, il 19 febbraio i leader della DPR e della LPR si sono rivolti alla Russia con la richiesta di riconoscerne l'indipendenza.
Il 21 febbraio il presidente Vladimir Putin ha dichiarato, in un discorso televisivo, di ritenere necessario riconoscere immediatamente la sovranità delle due repubbliche e ha firmato i relativi decreti e dato disposizioni per garantirne la sicurezza. Lo stesso capo di Stato ha spiegato di aver preso tale decisione dal momento che coloro che hanno intrapreso la strada dello spargimento di sangue, della violenza e dell'illegalità, non riconoscono altra soluzione al conflitto nel Donbass, se non quella militare.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала