Il Ministero degli Esteri russo sulle parole di Di Maio: "una strana idea di diplomazia"

© Foto : Ufficio stampa del Ministero degli Esteri russo / Vai alla galleria fotograficaIncontro a Mosca del Ministro Luigi Di Maio con il Ministro degli Esteri russo, Sergey Lavrov
Incontro a Mosca del Ministro Luigi Di Maio con il Ministro degli Esteri russo, Sergey Lavrov - Sputnik Italia, 1920, 23.02.2022
Seguici suTelegram
Il ministero degli Esteri russo, commentando le parole del ministro degli Esteri italiano Luigi Di Maio sull'impossibilità di incontri bilaterali con la Russia, l'ha definita "una strana idea di diplomazia".
Nel corso dell'audizione al Senato il ministro degli Esteri italiano Luigi Di Maio aveva affermato che non ci potranno essere incontri bilaterali con le autorità russe fino a quando non ci saranno segnali di allentamento delle tensioni in Ucraina.
Il Ministero degli Esteri russi in una nota stampa ha definito queste dichiarazioni una "strana idea di diplomazia".
La diplomazia, prosegue il Ministero degli Esteri russo:
"È stata inventata solo per risolvere situazioni di conflitto e alleviare la tensione, e non per viaggi a vuoto in giro per i paesi ed assaggiare piatti esotici ai ricevimenti di gala".
Il Ministero degli Esteri russo, rivolgendosi ai partner stranieri, auspica che questi ultimi "imparino ad usare la diplomazia come professione".

Il riconoscimento russo delle Repubbliche popolari di Donetsk e Lugansk

Il presidente russo Vladimir Putin, a seguito di una riunione del Consiglio di sicurezza, lunedì si è rivolto ai cittadini della Federazione Russa e ha dichiarato di ritenere necessario riconoscere immediatamente la sovranità delle Repubbliche popolari di Donetsk e Lugansk.
Il capo di stato russo ha affermato che il mondo preferisce non notare l'orrore e il genocidio nel Donbass dove non passa un giorno senza bombardamenti.
Putin ha sottolineato che in caso di ulteriore spargimento di sangue nel Donbass, ne sarà responsabile il regime di Kiev. Subito dopo l'appello, il presidente ha firmato al Cremlino decreti che riconoscono la DPR e la LPR.
Nei suoi decreti, Putin ha incaricato di garantire il mantenimento della pace nella DPR e nella LPR alle forze armate della Federazione Russa.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала