Studente di Battipaglia morto a New York: la polizia parla di punizioni per aver copiato

© Sputnik . Leonid Skvirsky / Vai alla galleria fotograficaPolizia e ambulanze a New York
Polizia e ambulanze a New York - Sputnik Italia, 1920, 22.02.2022
Seguici suTelegram
La polizia di New York ipotizza che il giovane sia stato punito per aver copiato un compito, da cui sarebbe scaturita la volontà del ragazzo di suicidarsi. Al momento sono aperte tutte le ipotesi, mentre si attendono a breve gli esiti dell'autopsia, che faranno maggior chiarezza sull'intera vicenda.
A seguire la famiglia del giovane di Battipaglia, provincia di Salerno, trovato morto nella notte tra giovedì e venerdì scorso in un college di New York, uno studio di avvocati del New Jersey.
VI è totale riserbo sulla vicenda. Traspare però, da indiscrezioni di stampa, l'ipotesi suicidio: il giovane si sarebbe tolto la vita dopo esser stato punito per aver copiato un compito.
I giovani amici del ragazzo italiano, dal paese del salernitano, però sollevano dubbi in merito, perchè il giovane era negli USA per realizzare i propri sogni, studiare economia e perfezionare la lingua.
La famiglia ha parlato di "trattamenti inimmaginabili" subiti dal ragazzo da parte del College, dove il giovane stava frequentando un corso di studi internazionali, e che il giovane temeva di essere espulso dalla prestigiosa istituzione scolastica, con rette da decine di migliaia di dollari l'anno.
Nei giorni scorsi è stata eseguita l'autopsia del ragazzo, che ha compiuto 18 anni il giorno della sua morte, giorno in cui i genitori si sono recati negli Stati Uniti per festeggiare.
Seguono la vicenda, oltre ai legali della famiglia, anche le istituzioni italiane.
Polizia a New York - Sputnik Italia, 1920, 19.02.2022
New York, 18enne di Battipaglia muore il giorno del suo compleanno: genitori erano andati a trovarlo
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала