Il peso della pandemia sull’amore, Istat: nel 2020 saltati la metà dei matrimoni

© Sputnik . Evgeny Odinokov / Vai alla galleria fotograficaMosca. Una coppia si scambia gli anelli durante un matrimonio. Proseguono le cerimonie con le regole per la pandemia coronavirus
Mosca. Una coppia si scambia gli anelli durante un matrimonio. Proseguono le cerimonie con le regole per la pandemia coronavirus - Sputnik Italia, 1920, 22.02.2022
Seguici suTelegram
Crollo delle nozze con rito religioso e in riduzione di un terzo anche le unioni tra partner dello stesso sesso. In un’unione su cinque almeno uno sposo straniero.
Il coronavirus, il lockdown, le restrizioni hanno pesato sui matrimoni nel 2020 in maniera decisa, imponendo a riti e festeggiamenti una bruschissima frenata.

Secondo il rapporto dell’Istat, a partire da marzo di due anni fa le nozze celebrate in Italia sono state 96.841, il 47,4% in meno rispetto al 2019.

Crollo delle unioni con rito religioso, ben il 67,9% in meno, e i primi matrimoni, -52,3%.
Nei primi nove mesi del 2021, con la riapertura, i vaccini e i green pass, il settore ha ripreso fiato, con un raddoppio delle nozze rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, ma il balzo non ha consentito di recuperare quanto perso nel primo anno di pandemia. Il settore resta a -4,5% rispetto ai livelli pre-pandemia.
A ridursi sono state anche le separazioni, con -18%, le unioni tra persone dello stesso sesso, -33% e i divorzi, -21,9%.

L’anno orribile

I picchi di cancellazioni per i matrimoni sono stati registrati ad aprile e maggio del 2020, a causa dei divieti di assembramento e le restrizioni sul numero di persone partecipanti agli eventi.
Altro picco, ma in senso contrario, è stato quello registrato dai matrimoni con rito religioso nei primi nove mesi del 2021, +228%. Nonostante il dato, il volume complessivo è di 8,8 punti percentuali in meno rispetto al periodo gennaio-settembre del 2019.
La pandemia, scrive l’Istat, ha colpito infatti in maniera meno pesante i secondi matrimoni, che, nel 2020, sono stati 27.098, il 28,6% in meno dell'anno precedente.
Ciò ha determinato un aumento della quota di matrimoni con almeno uno sposo alle seconde nozze (o successive), che balza al 28% (dal 20,6% del 2019). E con rito civile si sono svolte più di due nozze su tre.

Un matrimonio su cinque con uno sposo straniero

In Italia, rileva l’Istat, si segnala un altro fenomeno: quasi un matrimonio su cinque vede almeno uno sposo straniero.
Nel 2020 sono state 18.832 le nozze celebrate con questa fattispecie, -44,9% rispetto all'anno
precedente.
Oltre i tre quarti dei matrimoni misti riguardano coppie con sposo italiano e sposa straniera (10.870, pari all’11,2% delle celebrazioni a livello nazionale nel 2020). Le donne italiane che hanno scelto un partner straniero sono 3.453, il 3,6% del totale delle spose.
In forte calo, a causa delle restrizioni, anche i matrimoni tra stranieri che scelgono l'Italia come luogo di celebrazione delle nozze, -77,6%.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала