Donetsk, la Croce Rossa denuncia: "grave carenza d'acqua"

© Sputnik . Irina Gerashchenko / Vai alla galleria fotograficaUna casa distrutta a Donetsk
Una casa distrutta a Donetsk - Sputnik Italia, 1920, 22.02.2022
Seguici suTelegram
Il Comitato Internazionale della Croce Rossa riporta di una grave carenza d'acqua a Donetsk, a causa delle azioni militari, e invita tutte le partia non colpire le infrastrutture più importanti.

"Stiamo intraprendendo alcune iniziative in risposta ad una grave carenza d'acqua a Donetsk, causata delle azioni militari, per via delle quali diverse stazioni idriche e condutture risultano essere fuori servizio. Esortiamo tutte le parti a preservare le infrastrutture più importanti", ha affermato l'organizzazione in un comunicato.

Negli ultimi giorni, la situazione nel Donbass si è inasprita bruscamente, le repubbliche autoproclamate di DNR e LNR riportano molti bombardamenti da parte delle forze di sicurezza ucraine. Le autorità delle repubbliche di Donetsk e Lugansk (DPR e della LPR) hanno annunciato l'evacuazione temporanea dei cittadini nella regione russa di Rostov, alla luce della minaccia dell'offensiva delle forze ucraine. Sabato, i vertici di DPR e LPR hanno firmato i decreti sulla mobilitazione generale.
Il presidente russo Vladimir Putin, lunedì, dopo una riunione straordinaria generale del Consiglio di sicurezza, si è rivolto ai cittadini della Federazione Russa e ha dichiarato di ritenere necessario prendere una decisione per riconoscere immediatamente la sovranità della LPR e della DPR, poiché coloro che hanno intrapreso la strada dello spargimento di sangue, della violenza e dell'illegalità non hanno riconosciuto e non riconoscono nessun'altra soluzione del conflitto nel Donbass, se non quella militare. Subito dopo l'appello, il presidente ha firmato al Cremlino i decreti che riconoscono la LPR e la DPR. Nei suoi decreti, Putin ha incaricato di garantire il mantenimento della pace nella DPR e nella LPR alle forze armate della Federazione Russa.
Il presidente dell'Ucraina Vladimir Zelensky ha affermato che Kiev sta valutando la possibilità di interrompere le relazioni diplomatiche con la Federazione Russa. Allo stesso tempo, la Russia non vuole interrompere le relazioni diplomatiche con l'Ucraina, ha dichiarato Andrey Rudenko, vice ministro degli Esteri russo. Il diplomatico ha aggiunto che gli accordi di Minsk non funzionano per colpa di Kiev.
Gli Stati Uniti e i paesi della NATO, che hanno fornito armi all'Ucraina e hanno respinto la richiesta della Russia di non espandere l'alleanza ad est, hanno condannato la decisione di riconoscere le repubbliche e minacciato di introdurre ulteriori sanzioni economiche.
Secondo un alto funzionario dell'amministrazione statunitense, il presidente Joe Biden avrebbe firmato un decreto con cui ha vietato ai privati e alle persone giuridiche americane di investire e commerciare con la DPR e la LPR.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала