Donbass, ex funzionario USA: riconoscimento impedisce agli USA di usare l'Ucraina contro la Russia

© Ministero delle Situazioni di Emergenza russo / Vai alla galleria fotograficaProfughi dal Donbass in un campo di accoglienza allestito in Russia
Profughi dal Donbass in un campo di accoglienza allestito in Russia - Sputnik Italia, 1920, 22.02.2022
Seguici suTelegram
Il riconoscimento da parte della Russia delle autoproclamate repubbliche di Donetsk e Lugansk come indipendenti rende più difficile per gli Stati Uniti utilizzare l'Ucraina e il conflitto nelle sue regioni separatiste come leva contro Mosca, ha detto a Sputnik l'ex vicesegretario al Tesoro degli Stati Uniti, Paul Craig Roberts.
Lunedì, il presidente Vladimir Putin ha firmato i decreti che riconoscono l'indipendenza delle repubbliche del Donbass, affermando che la decisione era maturata da tempo.
L'ex vicesegretario al Tesoro degli Stati Uniti, Paul Craig Roberts, crede che il presidente ucraino Volodymyr Zelensky potrebbe effettivamente essere "sollevato" dalla mossa della Russia.

"Zelensky non è stato in grado di ricoprire la carica di presidente, perché è intrappolato tra Washington e le milizie neonaziste controllate dalla CIA ed è candidato alla rielezione", ha detto. "Ora che la Russia ha ottenuto il riconoscimento delle repubbliche, Zelensky può resistere alle pressioni di Washington per utilizzare l'esercito ucraino per attaccare i russi nel Donbass. Zelensky otterrà autorità dalla decisione del Cremlino, poiché la decisione renderà più difficile per Washington usare l'Ucraina contro la Russia. Naturalmente, Washington non smetterà di provarci."

Roberts ha osservato che la Russia ha cercato per otto anni di risolvere la crisi del Donbass e di trattare la regione come una parte dell'Ucraina. Ha fatto riferimento alla parte aperta della riunione del Consiglio di sicurezza russo di lunedì, che ha preceduto la decisione di Putin durante la quale "vari membri hanno discusso dei loro otto anni di frustrazioni nei negoziati con USA, NATO e UE che non sono mai andati da nessuna parte".
"È impossibile non ammirare la pazienza dei russi, anche se è stata pazienza a scapito della vita dei russi del Donbass", ha affermato. "Oggi il governo russo ha esaurito la pazienza e non credo che ne avrà molta con l'Occidente in futuro".
Alla domanda sulle prospettive dell'Ucraina di entrare a far parte della NATO , Roberts ha espresso forti dubbi:
"A meno che la Russia non crolli militarmente, l'Ucraina non diventerà mai un membro della NATO", ha affermato.
Quando le tensioni intorno all'Ucraina sono esplose, alla fine dell'anno scorso, la Russia ha pubblicato i suoi suggerimenti sulla sicurezza per la NATO e gli Stati Uniti. Mosca ha chiesto espressamente garanzie che l'alleanza non si espanda verso est per includere Ucraina e Georgia, richiesta a cui Washington ha risposto negativamente, insistendo sul fatto che non permetterà a nessuno di "sbattere la porta in faccia" alla NATO.
Militari russi - Sputnik Italia, 1920, 21.02.2022
Donbass, Putin dispone mantenimento di pace nelle repubbliche con l'assistenza di forze armate russe
La situazione nel Donbass si è ulteriormente aggravata negli ultimi giorni, quando la DPR e la LPR hanno riferito di un aumento dei bombardamenti da parte delle forze armate ucraine e hanno ordinato la mobilitazione generale, in previsione di un'offensiva dell'esercito ucraino.
L'evacuazione dei cittadini del Donbass, in primis donne, bambini e anziani, verso la Russia è iniziata alla fine della scorsa settimana.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала