UE, sanzioni contro la Russia in caso di riconoscimento di DPR e LPR ancora non concordate

© Sputnik . Alexey KudenkoLa rappresentanza dell'Unione Europea a Mosca
La rappresentanza dell'Unione Europea a Mosca - Sputnik Italia, 1920, 21.02.2022
Seguici suTelegram
I paesi dell'UE non hanno ancora concordato quali sanzioni saranno imposte nei confronti della Russia se le autoproclamate Repubbliche popolari di Donetsk e Lugansk saranno riconosciute da parte di Mosca, riferisce l'agenzia Bloomberg.
"Stando alle parole dei diplomatici e dei funzionari, i Paesi dell'UE non hanno ancora concordato quali sanzioni saranno introdotte in tali circostanze", riporta l'agenzia, citando fonti al corrente della situazione.
Negli ultimi giorni la situazione nel Donbass è inasprita bruscamente, le repubbliche autoproclamate di DNR e LNR riportano molti bombardamenti da parte delle forze di sicurezza ucraine. Le autorità della DPR e della LPR hanno annunciato l'evacuazione temporanea dei cittadini nella regione russa di Rostov alla luce della minaccia dell'offensiva delle forze ucraine. Sabato i vertici di DPR e LPR hanno firmato i decreti sulla mobilitazione generale.
Il presidente russo Vladimir Putin lunedì, dopo una riunione straordinaria e ampia del Consiglio di sicurezza, si è rivolto ai cittadini della Federazione Russa e ha dichiarato di ritenere necessario prendere una decisione per riconoscere immediatamente la sovranità della LPR e della DPR, poiché coloro che hanno intrapreso la strada dello spargimento di sangue, della violenza e dell'illegalità non hanno riconosciuto e non riconoscono nessun'altra soluzione del conflitto nel Donbass, se non quella militare. Subito dopo l'appello, il presidente ha firmato al Cremlino decreti che riconoscono la LPR e la DPR. Nei suoi decreti, Putin ha incaricato di garantire il mantenimento della pace nella DPR e nella LPR da parte delle forze armate della Federazione Russa.
Nell'aprile del 2014 le autorità ucraine hanno lanciato un'operazione militare contro le autoproclamate DPR e LPR, che hanno dichiarato l'indipendenza dopo il colpo di stato di Kiev nel febbraio 2014. Secondo gli ultimi dati delle Nazioni Unite, circa 13mila persone sono rimaste uccise nel conflitto.
Una casa bombardata lungo la linea di contatto nel Donbass - Sputnik Italia, 1920, 21.02.2022
Milizia DPR: decine di migliaia di persone nel Donbass rimaste senza l'acqua potabile
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала