Trento, stangata da 23mila euro per bar no vax: "Mi stanno vessando come fossi Vallanzasca"

CC0 / Pixabay.com / Carabinieri
Carabinieri - Sputnik Italia, 1920, 21.02.2022
Seguici suTelegram
La titolare del bar "ribelle" di Borgo Valsugana è andata in escandescenza domenica sera durante un controllo dei carabinieri. Poi ha pubblicato il filmato su Facebook.
“Nel mio locale si entra senza mascherina e non chiederò mai il green pass, non è compito mio farlo". Monica Cadau, la barista "ribelle" di Borgo Valsugana (Trento), non demorde dalla sua battaglia no vax, costatale 23mila euro in sanzioni per aver violato la normativa anticovid negli ultimi mesi, e torna a far parlare di sé.
Ieri sera, durante una festa nel suo locale "Al nuraghe", ha respinto un controllo dei carabinieri. I momenti di escandescenza durante i quali la donna si scagliava contro i militari sono stati ripresi e pubblicati sul suo profilo Facebook.
"Ci sono i carabinieri al Nuraghe di Borgo Valsugana, mi stanno vessando: sono venuti a chiedere il Green pass senza autorizzazione del ministro della Salute e delle Finanze. Non potete fare nessun tipo di controllo. Il Green pass è un tesserno sanitario. Volete intimidire la gente che lavora: io mi sto guadagnando il pane. I criminale sono da altre parti. E’ un abuso di potere. Sono diventata Vallanzasca...”, ha gridato nel filmato lungo oltre 13 minuti.
Per la barista e le persone che hanno inveito contro i carabinieri si sta valutando una denuncia per resistenza a pubblico ufficiale.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала