Fuori dalla Nato: per presidente finlandese non c'è motivo per rivedere decisione

© AFP 2022 / ALFREDO ESTRELLA Presidente della Finlandia Sauli Niinistö
Presidente della Finlandia Sauli Niinistö - Sputnik Italia, 1920, 21.02.2022
Seguici suTelegram
Il presidente finlandese Sauli Niinistö ha affermato di non vedere alcun motivo per rivedere la scelta politica di non aderire alla Nato, tuttavia ha riconosciuto che questo tipo di discussioni ci sono nel contesto del peggioramento della situazione in Ucraina.
Parlando con la Cnn, a Niinistö è stato chiesto se l'attuale crisi in Ucraina potrebbe influenzare la Finlandia, che ha un confine di oltre 1000 chilometri con la Russia e, come Kiev, non è un membro della Nato, a rivedere la scelta di non entrare nell'Alleanza Atlantica.
"Ci sono molte discussioni su questo argomento proprio ora, e penso che continueranno i dibattiti. E a seconda di cosa succede davvero in Ucraina, potrebbe anche diventare molto più probabile", ha detto Niinisto.
Ha aggiunto però che al momento non vede ragioni di “qualsiasi cambiamento drammatico e improvviso”, sottolineando che la suddetta questione deve essere analizzata a fondo.
Allo stesso tempo Niinistö ha osservato che la situazione della sicurezza internazionale contemporanea è "più fredda" di quanto non fosse durante la Guerra Fredda.
“Penso che in realtà siamo quasi in una situazione 'più fredda' rispetto alla tradizionale Guerra Fredda, perché allora avevamo almeno degli accordi tra gli Stati Uniti e l'Unione Sovietica, come la limitazione degli armamenti e così via. Ora in realtà non abbiamo più niente, nessun accordo. Questo rende la situazione molto più delicata", ha rilevato il capo di Stato finlandese.
In precedenza l'ambasciatore russo negli Stati Uniti Anatoly Antonov ha dichiarato che la Russia non ha alcun piano di invasione dell'Ucraina. Il diplomatico ha inoltre sottolineato che la Nato non è una "Ong amante della pace" e che la Russia vorrebbe fermare l'espansione del blocco militare verso est.

Tensioni su Ucraina e accuse occidentali contro la Russia

Da dicembre l'amministrazione Biden e lo stesso presidente americano hanno ripetutamente accusato la Russia di voler invadere l'Ucraina, tesi che Mosca ha negato con veemenza.
Bandiera ucraina al confine tra l'Ucraina e la Russia - Sputnik Italia, 1920, 20.02.2022
Per ministro Difesa ucraino "inopportuno" parlare di invasione russa nei prossimi giorni
Nel frattempo, la situazione nell'irrequieta regione ucraina del Donbass è peggiorata quando le forze governative ucraine hanno intensificato i bombardamenti contro i territori controllati dalle autoproclamate Repubbliche Popolari di Donetsk e Lugansk.
Sullo sfondo dell'escalation nella regione, le autorità della DPR e della LPR hanno avviato l'evacuazione dei civili, donne bambini e anziani, in Russia. A sua volta il leader della DPR Denis Pushilin ha avvertito che si aspetta che il presidente ucraino Vladimir Zelenskyy ordini un'offensiva contro le autoproclamate repubbliche nel breve.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала