Morto a 101 anni Marino Golinelli, industriale e filantropo che vedeva il futuro

© FotoMarino Golinelli
Marino Golinelli - Sputnik Italia, 1920, 20.02.2022
Seguici suTelegram
Marino Golinelli se ne è andato all’età di 101 ani a Bologna e molti dei giovani che lo hanno conosciuto in questi anni lo piangeranno.
Golinelli era un industriale, ma anche un filantropo. Un uomo che il futuro non lo aspettava, lo vedeva e lo trasferiva alle nuove generazioni che ha incontrato.
La costruzione dell’Opificio Golinelli è una testimonianza di questo suo essere un passo avanti agli altri. L’Opificio è una cittadella della scienza dedicata ai giovani, perché il futuro è il loro e un imprenditore ha il “dovere di restituire alla società parte delle sue fortune”, aveva detto in una delle sue ultime interviste rilasciate al Corriere.
Nato alla fine della Prima Guerra mondiale, era il 1920, nel 1943 si laurea in Farmacia a Bologna e a 30 anni rileva un laboratorio che chiama Biochimici Alfa.
Nel 1979 viene nominato Cavaliere del lavoro e nel 1988 dà vita alla Fondazione che porta il suo nome.
Golinelli si è ispirato al grande movimento delle fondazioni filantropiche degli Stati Uniti, dove è normale che un magnate miliardario investa parte dei suoi profitti per il bene più ampio delle comunità della nazione in cui è nato, vive, ed è prosperato.
Marino Golinelli è morto, ma ha lasciato in eredità un vasto patrimonio: l’educazione e la formazione dei giovani.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала