Conte avverte Letta dopo il congresso di Azione: no ad accozzaglie per gestire potere

© Foto : Giuseppe Conte FacebookGiuseppe Conte al presidio GKN a Campi Bisenzio
Giuseppe Conte al presidio GKN a Campi Bisenzio - Sputnik Italia, 1920, 20.02.2022
Seguici suTelegram
L’ex presidente del Consiglio Giuseppe Conte, a metà strada tra l’essere e il non essere il capo del Movimento 5 Stelle, dopo il congresso di Azione, la creatura politica di Carlo Calenda, ad Enrico Letta non gliele manda a dire.
Secondo quanto riportato anche da IlFattoquotidiano, Conte avrebbe fatto filtrare queste parole ai cronisti:
“Creare accozzaglie per puntare solo alla gestione del potere senza la reale prospettiva di un governo che serva davvero a cambiare il Paese a noi non interessa”.
Una risposta che giunge dopo le parole di Carlo Calenda che ha esplicitamente detto che il suo partito non è pronto a parlare con i grillini e con quelli di Giorgia Meloni.
Ieri al congresso di Azione sono intervenuti esponenti di tutti i partiti di governo, tranne il M5S. Per la destra Tajani per Forza Italia e Giorgetti per la Lega in video collegamento.
Il tema di fondo è la possibilità di creare non solo alleanze per arrivare alle urne insieme, ma anche per creare alleanze post votazioni con altre forze politiche. Scenario che trova conferma nelle parole di Giorgetti pronunciate ieri.
Giuseppe Conte, quindi, non è disposto a porsi in un campo di battaglia politico, ma in un campo politico largo e aperto.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала