Macabra scoperta a Bologna: numerosi feti ritrovati in un capannone

© Sputnik . Evgeny UtkinPolizia in una strada di Milano
Polizia in una strada di Milano - Sputnik Italia, 1920, 19.02.2022
Seguici suTelegram
Abbandonati in contenitori recanti il simbolo tipico dei "rifiuti biologici", numerosi feti, oltre che resti di varie parti del corpo, ritrovati da un ragazzo "a caccia" di ferro da rivendere. La macabra scoperta ha fatto partire sequestro del materiale e del capannone. Indagini in corso.
Il ragazzo intento nella ricerca di ferro e altro materiale da poter riciclare o rivendere non si aspettava di certo di trovare quello che gli è apparso di fronte in un capannone della zona industriale di Granarolo, Bologna: decine e decine di feti, oltre che vari resti umani, conservati in circa 40 bidoni recanti il simbolo dei "rifiuti biologici".
Il ragazzo ha subito avvertito le forze dell'ordine, che hanno posto il capannone sotto sequestro, dopo il dovuto sopralluogo dei vigili del fuoco del Nucleo Nbcr. Sequestrati anche i fusti.
Ora si dovrà ricostruire l'intera vicenda per capirne provenienza e come abbiano fatto a finire nel vecchio capannone, in stato di abbandono.
Il sospetto è quello di uno smaltimento illegale, anche se restano aperte tutte le ipotesi.

La Squadra mobile ha già provveduto a raccogliere le prime testimonianze sul caso.

Da prime indescrizioni di stampa i feti sembrano proveniere dalla struttura universitaria, in particolare da una biblioteca di anatomia. Si ipotizza che suddetti feti siano stati trasferiti nel capannone per una ristrutturazione, e che siano poi stati lasciati lì, fino alla loro macabra recente riscoperta.
Carcere - Sputnik Italia, 1920, 13.01.2021
Strappò il feto dal ventre della madre, giustiziata negli Usa la prima donna da oltre 70 anni
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала