I leader di DPR e LPR ordinano la mobilitazione totale, aumentano le tensioni con Kiev

© Sputnik . Сергей Аверин / Vai alla galleria fotograficaSituazione nella Repubblica popolare di Donetsk
Situazione nella Repubblica popolare di Donetsk - Sputnik Italia, 1920, 19.02.2022
Seguici suTelegram
Venerdì, l'autoproclamata Repubblica popolare di Lugansk (LPR) e la Repubblica popolare di Doneck (DPR) hanno annunciato l'evacuazione dei loro cittadini nella regione di Rostov, in Russia, dopo che l'esercito ucraino ha lanciato un attacco contro le Repubbliche.
Il leader dell'autoproclamata Repubblica popolare di Doneck, Denis Pushilin, ha affermato di aver firmato un decreto sulla mobilitazione totale nella repubblica.
"Esorto i connazionali che sono in riserva a venire ai commissariati militari. Oggi ho firmato un decreto sulla mobilitazione generale", ha detto Pushilin.
La DPR ha impedito ai servizi speciali ucraini di commettere diversi atti di terrorismo negli ultimi giorni, ha aggiunto Pushilin.

"Sono in corso bombardamenti su larga scala da parte dell'Ucraina dei territori delle Repubbliche popolari di Doneck e Lugansk. Solo negli ultimi giorni il nostro esercito ha impedito diversi tentativi di attacchi terroristici da parte dei servizi speciali ucraini", ha affermato Pushilin.

Esplosione nel centro di Donetsk - Sputnik Italia, 1920, 18.02.2022
Donbass, potente esplosione nel centro di Donetsk - corrispondente di Sputnik
Questi ha detto che "non importa come si svilupperanno gli eventi, la DPR sarà in grado di contenere l'aggressione di Kiev".
Le forze armate ucraine utilizzano mortai, lanciagranate e sistemi missilistici anticarro durante i bombardamenti, mentre le forze dell'autoproclamata Repubblica popolare di Doneck trattengono il nemico con il fuoco di risposta, ha sottolineato Denis Pushilin.
A sua volta, il capo dell'autoproclamata Repubblica popolare di Lugansk, Leonid Pasechnik, ha dichiarato sabato di aver firmato un decreto sulla mobilitazione totale nella repubblica e di aver vietato agli uomini di età compresa tra i 18 ei 55 anni di lasciare la regione.
Le autorità della DPR e della LPR hanno avviato venerdì l'evacuazione dei civili in Russia, temendo un'aggressione militare da parte del governo ucraino. Il leader della DPR ha avvertito che il presidente ucraino Volodymyr Zelensky potrebbe ordinare in qualsiasi momento un'offensiva a tutti gli effetti contro le autoproclamate repubbliche.
Circa 25.000 residenti dell'autoproclamata Repubblica popolare di Lugansk e 6.600 persone, inclusi quasi 2.500 bambini, dell'autoproclamata Repubblica popolare di Doneck, hanno attraversato il confine con la Russia sabato mattina.
Il 18 febbraio, il presidente russo Vladimir Putin ha affermato che Kiev deve avviare un dialogo con le autoproclamate repubbliche del Donbass e trovare una soluzione comune per porre fine al conflitto in corso.
La situazione sulla linea di contatto tra l'Ucraina e la DPR e la LPR è peggiorata negli ultimi giorni, poiché Kiev ha intensificato i bombardamenti sui territori delle autoproclamate repubbliche.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала