Giorgetti al congresso di Azione a Roma: "Grandi spazi di collaborazione"

© AFP 2022 / Tiziana FabiGiorgetti
Giorgetti - Sputnik Italia, 1920, 19.02.2022
Seguici suTelegram
Il ministro Giorgetti, intervenendo al congresso di Azione in corso a Roma, parla di collaborazione, in risposta all'esortazione di Letta di un'azione congiunta tra le parti in campo per vincere le prossime elezioni.
Parla di "sfide che ci attendono", ma anche di investimenti il ministro dello Sviluppo Giancarlo Giorgetti, in occasione del congresso di Azione, in corso in questa giornata a Roma.
Queste le parole del ministro, che ha sottolineato, tra l'altro, l'importanza dell'appoggio delle istituzioni nei confronti degli imprenditori, come traspare dalle sue stesse parole, riportate da Adnkronos:

"Questo è il tempo degli investimenti. Il Paese è chiamato a ragionare sul fatto che il tempo degli investimenti c'è quando ci sono grandi trasformazioni. Sono gli imprenditori che fanno lo sviluppo ma quando ci sono grandi trasformazioni hanno bisogno di avere le istituzioni al loro fianco ed è per questo che ieri abbiamo fatto un importante passo per l'automotive: occorre questo tipo di supporto pubblico dello Stato e dell'Europa. Questo ci fa anche capire il livello della sfida a cui noi oggi andiamo incontro".

Sulle elezioni, il ministro, in risposta all'intervento di poco precedente di Enrico Letta, ha dichiarato di non poter "promettere, come ha fatto Letta che saremo insieme e vinceremo le elezioni ma certo ci sono grandi spazi di collaborazione tra noi".
Difatti, Enrico Letta, parafrasando, aveva lanciato poco prima un invito ad "un'azione comune", come traspare dalle sue stesse parole, riportate dal Corriere, indirizzate dal dem a Calenda:
"Sono sicuro che insieme faremo grandi cose per il futuro del nostro Paese, che insieme senza ambiguità vinceremo le politiche del 2023 e dopo il voto daremo un governo riformista, democratico e europeista eletto dai cittadini per rendere la politica al servizio del nostro Paese".
Proprio sulle elezioni e sul sistema elettorale in particolare il ministro ha sottolineato l'urgenza di riforme, come traspare ancora dal suo intervento:
"L'urgenza di riforme e cambiamento non può ridursi alla legge elettorale, in particolare proporzionale. Si può discutere di tutto ma la legge elettorale proporzionale fatta semplicemente per avvantaggiare qualcuno è sempre sbagliata. La legge elettorale deve permettere di avere un governo che possa decidere".
È intervenuto anche Toti, il cofondatore di Coraggio Italia, che ha parlato di meritocrazia, di "dignità all'azione politica":

"Serve un Paese migliore, meritocratico. Il momento è questo: come spesso capita dopo i periodi di crisi, (...) per ridare tutti insieme dignità all’azione politica del nostro paese, che non è fatto solo di regole, ma anche da quell’etica di responsabilità che dice che alcune cose sono giuste nel dibattito politico e altre che non ci possono stare", come riporta Il Corriere.

Sono stati 300 i delegati intervenuti al congresso, arrivati da tutto il Paese sotto lo slogan della manifestazione, dal titolo La politica non è rumore ma Azione: l’Italia sul serio.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала