Da Pisa a Firenze in 30 minuti: il progetto per rilanciare il turismo

© Sputnik . Leonardo TolonesePisa, piazza dei miracoli, torre di Pisa
Pisa, piazza dei miracoli, torre di Pisa - Sputnik Italia, 1920, 19.02.2022
Seguici suTelegram
Il sindaco di Pisa Michele Conti intervistato da La Nazione: "Un progetto che guarda alla mobilità dei prossimi cinquant'anni".
Collegare la costa all’alta velocità per rilanciare il turismo e migliorare la vita dei cittadinia. Il sindaco di Pisa, Michele Conti, in un’intervista a La Nazione, rilancia l’idea della linea ferroviaria che consenta di raggiungere Firenze in mezz’ora dalla città della torre pendente. Una vera e propria opportunità per lo sviluppo della città.
"Il collegamento ferroviario veloce fra Pisa e Firenze non è solo sinergico agli aeroporti, ma serve a collegare la costa all’Alta velocità con grandi benefici in primo luogo per pendolari, studenti ma anche per i turisti”, dice il sindaco leghista al quotidiano.
Assieme al governatore Eugenio Giani, anticipa il sindaco di Pisa, porterà il progetto sulla scrivania del ministro delle Infrastrutture, Enrico Giovannini.
“È necessario – spiega - un nuovo tracciato da Pisa a Empoli per arrivare a Firenze in meno di 30 minuti”. Su un progetto del genere, va avanti vale la pena investire perché “guarda al futuro” e cioè “alla mobilità dei prossimi 50 anni”.
“Se ci fosse stato già un progetto, - protesta Conti - a quest’ora avremmo potuto provare a intercettare parte dei finanziamenti con il Pnrr".
L’obiettivo dei prossimi mesi è dare forma ai piani che per ora sono sulla carta: "Il confronto con Rfi è imprescindibile per dare concretezza alle idee e trasformarle in progetti di fattibilità”. “Si tratta di agire, ora e concretamente", è l’appello del sindaco.
Tra le infrastrutture su cui si punta c’è anche l’aeroporto Galileo Galilei, dove sono già programmati gli interventi di ammodernamento del radar “per consentire una migliore capacità di accogliere aeromobili”.
"Che Pisa sia la porta di accesso della Toscana - ricorda il sindaco - lo dicono i numeri". "Il Galilei - rende noto - è pronto a un ulteriore sviluppo grazie agli impegni presi dal Ministero della Difesa alla fine dello scorso gennaio sulle principali infrastrutture di volo che appartengono all’Aeronautica Militare, che regola il mix di traffico militare e civile".
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала