Scuola: manifestazioni in 40 città italiane, scontri a Torino

© Foto : Marco MerliniCorteo di protesta del mondo della scuola
Corteo di protesta del mondo della scuola - Sputnik Italia, 1920, 18.02.2022
Seguici suTelegram
In questo terzo venerdì di febbraio, gli studenti italiani manifestano con striscioni e fumogeni: non per l’ambiente, ma per chiedere la modifica dell’esame di maturità e anche per la morte di Giuseppe Lenoci durante uno stage.
I cortei sono in corso in 40 città italiane, ma è a Torino che si verificano i momenti di tensione principali, dove da alcuni giorni si segnalano anche occupazioni di scuole.
Alcuni gruppi di studenti hanno anche chiesto le dimissioni del ministro dell’Istruzione e del ministro dell’Interno.
Il prossimo 21 febbraio, un lunedì, una delegazione di studenti è attesa in audizione alla Commissione Cultura alla Camera per discutere delle loro richieste.
A Napoli, alcuni studenti si sono gettati vernice rossa addosso in via Santa Brigida, dove si trova la sede regionale del Partito Democratico.
A Milano hanno ribadito che “non si può morire di scuola”, qui gli studenti si sono dati appuntamento in piazza Cairoli.
A Bari, 200 studenti hanno sfilato per le strade del centro, partendo da piazza Umberto sono giunti in piazza Prefettura. Qui chiedono una “rivoluzione” della scuola.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала