Multa 100 euro ai no-vax 50+? Non è arrivata, non c’è l’elenco dei non vaccinati

© AP Photo / Jae C. HongSiringa con il vaccino Pfizer-BioNTech COVID-19
Siringa con il vaccino Pfizer-BioNTech COVID-19  - Sputnik Italia, 1920, 18.02.2022
Seguici suTelegram
Per invogliare i non vaccinati più resistenti, il governo aveva introdotto una multa automatica del valore di 100 euro, da recapitare direttamente a casa. Ad essere colpiti i cittadini maggiori di 50 anni non ancora vaccinati al 1° febbraio 2022.
Una multa che avrebbe dovuto colpire ben 1,4 milioni di italiani, ma che nei fatti non è mai arrivata, e non si sa quando e se arriverà per davvero.
Questo perché l’Agenzia delle Entrate non ha ricevuto ancora la lista dei non vaccinati, la quale è bloccata sulla scrivania del Garante della privacy, che deve valutare se questa rispetta tutti i requisiti di tutela della riservatezza.
La catena della lista è costituita come segue. La società informatica Sogei, incaricata dal ministero dell’Economia di stilare la lista, è incaricata di produrla incrociando i dati del Sistema tessera sanitaria con i codici fiscali dei cittadini, per evidenziare quelli a cui non è associata la vaccinazione.
La lista deve quindi essere inviata al Ministero della Salute e da qui all’Agenzia delle Entrate.
Al momento, come accennato, tutto è fermo, perché il Garante della privacy deve valutare il rispetto dei diritti alla riservatezza dei dati dei cittadini. Qui si infrange l’azione persuasiva del governo.
Il secondo ostacolo, anche dispendioso per le casse dello stato, viene dall’erogazione vera e propria della multa. L’Agenzia delle Entrate, infatti, non può automaticamente inviare la multa da 100 euro al cittadino, chiedendone il pagamento, prima deve inviare una comunicazione di avvertimento.
Ricevuto l’avvertimento, il cittadino deve produrre una giustifica, ad esempio l’esenzione ottenuta dall’Asl, e inviarla entro 10 giorni all’Agenzia delle Entrate.
Solo al termine di questo iter burocratico il cittadino inadempiente riceverà la multa da 100 euro e potrebbero passare ulteriori 180 giorni per la notifica. Ma bisogna aggiungere anche i tempi di un eventuale ricorso, arrivando così fuori tempo massimo, quando l’obbligo vaccinale sarà decaduto.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала