Cdm: stanziati 6 miliardi per contrastare caro energia, provvedimenti anche per il Superbonus

© Foto : FILIPPO ATTILI / Palazzo ChigiConferenza stampa del Presidente Draghi
Conferenza stampa del Presidente Draghi - Sputnik Italia, 1920, 18.02.2022
Seguici suTelegram
Il Consiglio dei Ministri si è riunito oggi a Palazzo Chigi per l’approvazione di due decreti legge riguardanti il caro bollette ed il superbonus.
Il Consiglio dei ministri di questo pomeriggio presieduto dal Presidente del Consiglio Mario Draghi era incentrato sull’approvazione di due importanti decreti legge, il primo riguardante le misure urgenti per il contenimento dei costi dell’energia elettrica e del gas naturale, oltre che per lo sviluppo delle energie rinnovabili e per il rilancio delle politiche industriali, mentre il secondo dedicato alle misure urgenti per il contrasto alle frodi in materia edilizia e sull’elettricità prodotta da impianti da fonti rinnovabili.
Alla fine del confronto sono stati stanziati 6 miliardi per quanto riguarda il nuovo decreto legge contro il caro-bollette, il provvedimento replicherà in larga misura, per il secondo trimestre, le misure di contenimento ai rincari di luce e gas per famiglie e imprese già adottate nel primo trimestre.
"Il governo vuole intervenire fin da ora per evitare che il rincaro dell'energia si traduca in un minor potere di acquisto delle famiglie e in una minore competitività delle imprese", sono state le parole del premier Mario Draghi.
Nel dettaglio: azzeramento degli oneri di sistema sull'elettricità sia per le famiglie che per le imprese per circa 3 miliardi, riduzione dell'Iva sul gas al 5% (circa 590 milioni), riduzione degli oneri sul gas per 480 milioni, rafforzamento del bonus sociale per 500 milioni, credito di imposta per le imprese energivore per 700 milioni e per le imprese gasivore per circa 500 milioni.
Per quanto riguarda il Superbonus viene ridefinita la cessione del credito d’imposta per bonus edilizi e Superbonus con la previsione fino a un massimo di 3 cessioni, ma soltanto in ambito finanziario o bancario e per il tecnico abilitato "che, nelle asseverazioni necessarie per ottenere i bonus edilizi espone informazioni false o omette di riferire informazioni rilevanti sui requisiti tecnici del progetto di intervento o sulla effettiva realizzazione" oppure "attesta falsamente la congruità delle spese” previsto il carcere con pene detentive da 2 a 5 anni. Infine verrà introdotto un codice identificativo che sarà disposto dall’Agenzia delle entrate.
Nel provvedimento, inoltre, anche la questione auto con uno stanziamento di 800 milioni nel 2022 destinato a salire a 1 miliardo l'anno.
In arrivo anche 400 milioni di euro in aiuto alle Regioni per far fronte alla quarta ondata della pandemia e per sostenere le strutture sanitarie colpite anch’esse dal caro bolletta.
Corrente - Sputnik Italia, 1920, 16.02.2022
Caro bollette, la luce è aumentata del 131% in un anno
Sempre in ambito medico viene stanziato un fondo di 15 milioni a sostegno dei famigliari dei professionisti sanitari deceduti per Covid.
290 milioni saranno dedicati al credito d’imposta al Sud per favorire le imprese che effettuano investimenti per l’efficienza energetica (145 milioni di euro all’anno per il biennio 2022 e 2023),metre invece per la produzione di energia elettrica rinnovabile nasce il “Fondo Rinnovabili Pmi” dotato di 267 milioni.
Infine, il provvedimento decreta la nascita dell’Anagrafe dei dipendenti pubblici.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала