Fontana: il mio cuore è sempre vicino a quello della Russia - Video

© Sputnik . Evgeny UtkinAttilio Fontana, Presidente della Lombardia
Attilio Fontana, Presidente della Lombardia - Sputnik Italia, 1920, 17.02.2022
Seguici suTelegram
In occasione del IX Seminario Italo-Russo, tenutosi il 17 febbraio a Milano, in Fondazione Feltrinelli, il Presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana, ha affermato che "mai come in questo momento vale la pena di proseguire il dialogo" con "gli amici della Federazione russa, anche se è evidente che ci sono problemi da affrontare".
Secondo Fontana, le regioni "possono solo contribuire mantenendo buoni rapporti", soprattutto dal punto di vista dell'economia, degli affari, delle aziende, e "comprendere le ragioni di ciascuna parte per individuare una via d'uscita".
Circa la relazione tra Lombardia e Russia, Fontana ha parlato di un rapporto "che ha dato da sempre risultati importanti" e, dopo la pandemia covid, sta riprendendo: "L'incremento dell'interscambio è stato del 34% rispetto ai primi nove mesi del 2020, con un incremento dell'export del 16% e dell'import di circa il 60%", ha commentato. Una ripresa generale che "rischia di rimanere azzoppata dai costi dell'energia", in aumento.
Infine, Fontana ha ricordato i protocolli d'intesa tra la Lombardia e le regioni di Mosca, Novosibirsk e San Pietroburgo. "I nostri imprenditori - ha detto - mantengono vivi gli ottimi rapporti con la Russia".
In particolare, dal rapporto presentato dalla Direzione Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo, risulta, che da gennaio a settembre 2021 l’export delle aziende lombarde verso la Russia è cresciuto del 16% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (€ 1,59 mld vs € 1,37 mld), avvicinandosi ai valori pre-pandemici (-1%, € 1,62 mld in 9M 2019).
Ambasciatore Razov - Sputnik Italia, 1920, 12.02.2022
Ambasciatore russo in Italia: le crisi vanno e vengono, ma gli interessi nazionali restano
I settori protagonisti della ripresa sono stati: meccanica (€ 526,9 mln, 33,1% del totale dell’export regionale), prodotti tessili, abbigliamento, pelli e accessori (€ 265,3 mln, 16,6% del totale) e sostanze e prodotti chimici (€ 236,5 mln, 14,8% del totale) che, nel complesso, rappresentano il 64,5% delle esportazioni verso Mosca.
Le relazioni commerciali tra le due aree sono particolarmente significative, in quanto la Lombardia rappresenta oltre un quarto (28%) dell’export italiano verso la Russia e il 18% dell’interscambio.
Altrettanto importante, però, è stata la crescita dell’import nei primi nove mesi del 2021: +65% (da € 772,2 mln a € 1,28 mld), spinta soprattutto da metallurgia (47,2% del totale delle importazioni), petrolio greggio (23,7% del totale) e prodotti chimici (13,3% del totale).
Dopo suo intervento al seminario Attilio Fontana ha rilasciato una intervista a Sputnik Italia.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала