Von Der Leyen: UE pronta ad affrontare possibili interruzioni nelle forniture di gas dalla Russia

© Sputnik . Pavel Lvov / Vai alla galleria fotograficaUn impianto di lavorazione del gas naturale in Russia
Un impianto di lavorazione del gas naturale in Russia - Sputnik Italia, 1920, 16.02.2022
Seguici suTelegram
Così si è espressa la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, relativamente alla questione di una possibile interruzione della fornitura di gas proveniente dalla Russia.
Oggi la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, ha affermato che l'Unione Europea è pronta a possibili interruzioni nelle forniture di gas dalla Russia.

"E, parlando d'altro, siamo anche pronti, nel caso in cui il governo russo decidesse di fare coercizione sulla questione energetica", ha detto la von der Leyen in una sessione plenaria del Parlamento europeo.

Nelle ultime settimane, ha affermato la presidente, l'UE ha "esaminato tutti i possibili scenari di interruzione, nel caso in cui la Russia decidesse di interrompere, parzialmente o completamente, le forniture di gas all'Unione Europea".
L’Unione Europea ha anche sviluppato una serie di misure d'emergenza, che possono essere attivate in caso d'interruzioni complete, ha poi aggiunto.
Gazprom, da parte sua, ha invece ripetutamente sostenuto, negli ultimi mesi, di adempiere a tutti gli obblighi previsti dagli accordi esistenti e che, inoltre, è disposta ad aumentare immediatamente le forniture di gas all'Europa tramite nuovi contratti a lungo termine. La società ha anche incoraggiato la Germania ad accelerare la certificazione del Nord Stream 2, che porterebbe fino a 55 miliardi di metri cubi di gas all'anno in più.
Nella sua intervista a RT, il ministro degli Esteri ungherese Szijjártó ha affermato che "l'Europa non ha riscontrato violazioni sugli accordi da parte di Gazprom. Gazprom sta adempiendo ai suoi obblighi contrattuali con tutti i paesi europei".
Nel corso della sua tradizionale conferenza stampa annuale, a fine dicembre 2021, il presidente della Russia, Vladimir Putin, ha detto che la Russia aveva avvertito i partner europei del pericolo di eliminare il sistema dei contratti a lungo termine sul gas.
In precedenza, la Commissione Europea aveva proposto di non rinnovare i contratti a lungo termine per le importazioni di gas naturale nell'UE dopo il 2049, allo stesso tempo, secondo quanto spiegato ai giornalisti da una fonte all’interno dell'Unione Europea, i contratti a breve termine per l'acquisto di gas naturale non saranno vietati.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала