Processo all’ex Olgettina, Berlusconi assente. Il pm: “Allo stadio però è andato”

© REUTERS / Flavio Lo ScalzoБывший премьер-министр Италии Сильвио Берлускони
Бывший премьер-министр Италии Сильвио Берлускони  - Sputnik Italia, 1920, 16.02.2022
Seguici suTelegram
La polemica dopo il certificato inviato per giustificare l’assenza in aula all’udienza, in cui sarebbe dovuto comparire come teste.
Era atteso come teste a carico nel processo contro la ex Olgettina Giovanna Rigato, accusata di aver tentato di estorcere un milione di euro al presidente di Forza Italia. Ma Silvio Berlusconi, adducendo ragioni mediche, non si è presentato ieri a Monza.
Una situazione che non è sfuggita al pm Rosario Ferracane, che ha denunciato come la sua assenza non fosse compatibile, però, con il fatto di essere stato presente allo stadio alla partita del Monza appena due giorni prima.

I legali dell’ex premier avevano inviato, il 10 febbraio, un certificato in cui "si sconsiglia di partecipare a riunioni con la presenza di più persone nello stesso ambiente".

Domenica 12, però, Berlusconi è riapparso in pubblico, dopo il ricovero al San Raffaele di Milano, e ha seguito in tribuna, con Adriano Galliani e la fidanzata Marta Fascina, la partita.
Inoltre, ha anche partecipato ad una breve conferenza stampa dopo la partita. Le due cose, unite all’assenza in tribunale, hanno fatto infuriare il pm.

La reprimenda in aula

“Certo è più stressante andare allo stadio” che testimoniare, ha fatto notare Ferracane, parlando dell’assenza di Berlusconi.
Gli ha fatto eco l’avvocato difensore di Rigato, Stefano Gerunda: “Non si capisce come possa essere più stressante stare in aula di Tribunale a testimoniare in processo dove si è parte offesa, rispetto all'adrenalina di una partita di calcio”.
Alle critiche, i legali di Berlusconi hanno risposto dicendo che “stare in aula è decisamente più stressante”.
L’ex Cavaliere sarà sentito nella prossima udienza, insieme al ragioniere Giuseppe Spinelli. In aula altri testimoni, tra cui un dirigente incaricato da Berlusconi di trovare un appartamento per la Rigato, a Milano 2, nel 2016, come lui stesso ha raccontato, per evitare che raccontasse di cosa accadeva nella cosiddette “cene eleganti” a Villa San Martino.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала