Perù: trovate le mummie di sei bambini, forse vittime di un sacrificio

Seguici suTelegram
Gli archeologi peruviani hanno scoperto sei mummie di neonati risalenti alle civiltà pre-incaiche, databili in un arco temporale che va da circa 1.000 fino a 1.200 anni fa.
Il ritrovamento ha avuto luogo presso il complesso archeologico urbano di Cajamarquilla, alla periferia est di Lima, e tutto fa pensare al fatto che furono sepolti durante un rituale sacrificale, per accompagnare nell’aldilà un importante personaggio politico appartenente alla nobiltà locale.

“I bambini potrebbero essere parenti stretti e sono stati collocati... in diverse parti dell'ingresso della tomba della mummia [del nobile - ndr] uno sopra l'altro", ha detto l'archeologo Pieter Van Dalen, responsabile del ritrovamento, all'AFP.

Nel mese di novembre, invece, fu trovata nei pressi della camera funeraria, lunga circa tre metri e profonda 1,40 metri, la mummia di quella che si presume essere una persona molto importante, il cosiddetto 'Signore di Cajamarquilla', morto all’età di circa 20 anni, sepolto con le mani a coprire il viso e legato con una corda.
Cajamarquilla è uno dei più grandi complessi archeologici della capitale peruviana. Secondo i ricercatori, la città avrebbe potuto avere una popolazione compresa tra 10.000 e 20.000 persone ed "era un centro urbano con settori amministrativi e residenziali", ha aggiunto Van Dalen. La città, costruita intorno all'anno 200 a.C., fu abitata fino all'anno 1500 circa.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала