Mara Carfagna: “Sbloccati oltre sei miliardi per ferrovie, strade e opere al Sud”

© AFP 2022 / Alberto PizzoliMara Carfagna, Ministra per il Sud e la coesione territoriale
Mara Carfagna, Ministra per il Sud e la coesione territoriale - Sputnik Italia, 1920, 16.02.2022
Seguici suTelegram
Per collegamenti e servizi più efficienti per milioni di cittadini, dice la ministra, mostrando ottimismo sulla capacità di spesa e di attuazione dei piani compresi anche nel Pnrr.
La ministra per il Sud, Mara Carfagna, è convinta che il governo arriverà a fine legislatura, superato lo scoglio della riforma della giustizia, perché “ogni volta che si riunisce il Consiglio dei ministri ciascun partito della maggioranza deve decidere se lavorare per una soluzione nell’interesse del Paese o per piantare una bandierina nell’interesse del partito. Finora tutti hanno dimostrato maturità e credo che si proseguirà su questa linea”.
Parlando a La Stampa, la Carfagna commenta lo sblocco da parte del dipartimento di Programmazione economica, il Cipes, di una tranche da oltre sei miliardi di euro del Fondo sviluppo e coesione, che porterà a nuove infrastrutture nel Mezzogiorno.
“È un importante primo passo della programmazione complessiva del Fondo, che stiamo ultimando e a breve porteremo in Parlamento. Serve ad aprire centinaia di cantieri di opere ferroviarie, stradali e idriche già progettate che integrano e rafforzano la missione del Piano nazionale di ripresa e resilienza: collegamenti e servizi più efficienti per milioni di cittadini del Sud”.
La Carfagna difende anche la capacità di spesa e i grandi investimenti varati per il Sud, dopo le polemiche su un Pnrr, sbilanciato troppo verso le zone meridionali dell’Italia.
“Se gli interventi previsti saranno pienamente attuati, nel quinquennio 2021-2026 il Pil del Mezzogiorno crescerà del 24% circa rispetto al valore assoluto del 2020, con effetti significativi sul lavoro: l'occupazione femminile crescerà del 5,5%, quella giovanile segnerà un +4,9%. È ovvio che ogni intervento aggiuntivo e sinergico può aumentare queste quote, già così importanti”.
E anche se il Fondo per la coesione in passato “è stato usato male, talvolta come un bancomat per coprire le spese più varie, altre volte come un libro dei sogni”, adesso “stiamo lavorando perché non succeda più".
"Nella mia visione dobbiamo estendere a questa consistente partita – si tratta di 73,5 miliardi per il ciclo 2021-2027 – il ‘metodo Pnrr’: progettazioni solide, cronoprogrammi precisi, incentivi e disincentivi per un corretto utilizzo delle risorse da parte di tutti i soggetti attuatori”.

L’occupazione femminile non parte

Mara Carfagna parla anche delle ricadute del Pnrr sul lavoro delle donne, per cui ancora in Italia non si registra lo slancio sperato.
“La nostra aspettativa è che la situazione migliori appena comincerà la ‘messa a terra’ dei bandi e quindi troverà applicazione la clausola che impone alle aziende di assegnare, in caso di nuove assunzioni, una quota del 30% a donne e giovani”.
La ministra ricorda che nell’ultima legge di bilancio sono stati inserititi e finanziati i criteri del Lep (livello essenziale delle prestazioni - ndr) per gli asili nido, “che vincola ogni singolo Comune a offrire 33 posti al nido ogni cento bambini: aprirà migliaia di posti a maestre e pedagoghe, oltre a consentire a migliaia di madri di cercarsi un lavoro”.

Il centrodestra e i sovranisti

La Carfagna poi parla di politica e della sua area, il centrodestra, mostrando dubbi sulla tenuta e sul ruolo di Matteo Salvini e Giorgia Meloni.
“Con la cultura sovranista di cui sono portatori, sono in grado di tenere insieme un centrodestra di governo?”, si domanda.
”Sappiamo che Silvio Berlusconi e la cultura moderata ci sono riusciti per un ventennio consecutivo, sia da posizioni di governo sia d'opposizione, e persino quando un pezzo dell’alleanza era al governo e un altro all’opposizione. La sola garanzia che vedo per il futuro della coalizione è che la cultura moderata torni a essere trainante”.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала