Aspetta e spera...

© Sputnik . Vitaly PodvitskyAspetta e spera...
Aspetta e spera... - Sputnik Italia, 1920, 16.02.2022
Seguici suTelegram
Il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, che aveva previsto l'inizio delle presunte ostilità da parte della Russia in Ucraina il 16 febbraio, si è rivolto ai russi in un discorso della Casa Bianca.
Il presidente ha sottolineato che il suo Paese, la Nato e l'Ucraina non vedono i russi come nemici e "non hanno intenzione di destabilizzare la Russia".
"Non minacciamo i russi e non vogliamo destabilizzare la Russia. Mi rivolgo ai cittadini russi: non sono nostri nemici. E non credo che qualcuno voglia una guerra sanguinosa e distruttiva contro l'Ucraina, Paese con cui ci sono così stretti legami, una storia e una cultura condivise. 77 anni fa, i nostri popoli hanno combattuto fianco a fianco per porre fine alla peggiore guerra della storia", ha detto Biden nel suo discorso.
L'agenzia di stampa statunitense Bloomberg ha indicato il 15 febbraio come data della presunta invasione russa dell'Ucraina, basandosi su fonti anonime e senza aver fornito alcuna prova. Mentre Politico ha riferito che il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, aveva dichiarato il 16 febbraio giorno in cui sarebbe iniziata l'invasione russa dell'Ucraina. Questa data sarebbe stata resa nota durante i colloqui con i leader dei paesi occidentali, dell'UE e della NATO.
Putin e Biden - Sputnik Italia, 1920, 12.02.2022
Biden chiarisce ancora a Putin: gravi e rapide conseguenze con invasione dell'Ucraina
Il quotidiano britannico The Sun è andato oltre, pubblicando l'ora e la data esatte della presunta invasione russa. Secondo le loro informazioni, l'operazione su larga scala sarebbe iniziata di mattina presto (alle 4:00, ora di Mosca, o alle 3:00, ora di Kiev) il 16 febbraio. Un'informazione simile è apparsa nella pubblicazione del Mirror.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала