Allarme latte in Italia, l'aumento dei costi rischia di far chiudere decine di aziende del comparto

© Sputnik . Alexandr KryazhevLatte
Latte - Sputnik Italia, 1920, 16.02.2022
Seguici suTelegram
L'aumento spropositato dei costi di produzione porta in sofferenza moltissime aziende del comparto agricolo e trasformazione che potrebbero essere costrette a chiudere.
L'impennata dei costi di produzione del latte, che ha colpito sia il comparto agricolo che le imprese di trasformazione, compromette la sostenibilità dell'intera filiera.
Da mesi gli aumenti gravano integralmente sulla componente industriale senza essere compensati nella distribuzione. Molte aziende rischiano di chiudere, mettendo a repentaglio il futuro degli allevamenti e migliaia di posti di lavoro.
La denuncia arriva da Assolatte, l'Associazione italiana lattiero casearia, che lancia un appello a tutti i ministri competenti per trovare soluzioni condivise con la componente distributiva.
"Le nostre imprese si trovano in una situazione di fortissima sofferenza, mai provata in passato - dichiara il presidente Paolo Zanetti - fino ad oggi, infatti, non è stato possibile trovare soluzioni per trasferire sul prodotto finito gli evidenti aumenti di costo, nonostante abbiamo dettagliato ai nostri interlocutori della distribuzione le ragioni che spingono le aziende a un tale necessità".
A fronte di un aumento del latte alla stalla al 10-12% negli ultimi dodici mesi, il settore della trasformazione è stato colpito da un'impennata di costi di produzione.

L'aumento dei costi

gas naturale +320%,
elettricità +280%,
plastica di bottiglie e imballaggi +50-100%,
carta e cartone +80%,
alluminio +50%,
pallets +65%,
trasporti+15%.
Assolatte chiede con urgenza aiuti specifici al settore e interventi straordinari immediati che portino ad una riduzione dei costi di chi il latte lo produce e lo trasforma.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала