Mosca non prenderà provvedimenti contro l'Ucraina se non sarà "provocata"

© AFP 2022 / JOHN THYSVladimir Chizhov
Vladimir Chizhov - Sputnik Italia, 1920, 15.02.2022
Seguici suTelegram
Si esprime così il rappresentante permanente della Russia presso l'UE. Le tensioni intorno all'Ucraina sono aumentate nelle ultime settimane, dopo che gli Stati Uniti e la Gran Bretagna hanno ripetutamente accusato la Russia di star pianificando "un'invasione" e di voler installare un governo fantoccio a Kiev.
Il rappresentante permanente della Russia presso l'UE, Vladimir Chizhov, stamane ha dichiarato che la Russia non intraprenderà alcuna azione contro l'Ucraina, a meno che Kiev non provochi una risposta.

"Se l'Ucraina effettua un attacco contro la Russia, non sorprendetevi se rispondiamo", ha detto al Guardian.

Chizhov ha anche sottolineato che Mosca non permetterà "l'uccisione palese di cittadini russi in nessun luogo, incluso il Donbass". Secondo il diplomatico, il numero di truppe russe vicino al confine ucraino (che è spesso citato come un segno del "rafforzamento militare" della Russia) è uguale al numero di militari impegnati nelle recenti esercitazioni West-2021, che non hanno causato grandi preoccupazioni.
La situazione intorno all'Ucraina è peggiorata nelle ultime settimane, quando la NATO ha sollevato preoccupazioni e alcuni paesi hanno affermato che la Russia sta pianificando un'"invasione" dell'Ucraina.
Mosca ha ripetutamente bollato queste accuse come false, affermando che tali affermazioni sono solo un pretesto per schierare più equipaggiamenti militari della NATO vicino al confine russo, nonché per coprire le azioni aggressive di Kiev nel Donbass, azioni che violano gli accordi di Minsk.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала