Hollywood, 20 anni di carcere ad un attore per truffa da 650 milioni di dollari

CC0 / / The Hollywood Sign located in Los Angeles, California
The Hollywood Sign located in Los Angeles, California - Sputnik Italia, 1920, 15.02.2022
Seguici suTelegram
Nell'ottobre del 2021 l'attore Zachary Horwitz, conosciuto professionalmente come Zach Avery, ha ammesso di aver contraffatto contratti di distribuzione di film HBO e Netflix per convincere gli investitori a dargli 650 milioni di dollari.
L'attore americano Zach Avery è stato incarcerato lunedì e dovrà scontare una pena di 20 anni di reclusione, oltre a restituire 230 milioni di dollari a oltre 250 vittime. La sua truffa per 650 milioni di dollari è stata messa in pratica grazie all’applicazione di un gigantesco schema Ponzi, l’attore ha usato i soldi ricavati dalla truffa per condurre uno stile di vita sontuoso a Hollywood.
Dal 2014 Avery ha ingannato gli investitori, compresi i suoi amici universitari, creando falsi contratti per acquistare i diritti di distribuzione all'estero di film a basso costo e rivendendoli poi a HBO, Netflix e altre piattaforme di streaming.
L'attore 35enne ha emesso una nota di credito a ciascuna vittima, promettendo loro un buon profitto e il rimborso del denaro entro sei mesi o un anno.
Quando lo schema Ponzi è stato smascherato, lo scorso anno, Zachary si è dichiarato colpevole e ha confessato di non aver mai acquistato i diritti cinematografici e di aver contraffatto centinaia di contratti di distribuzione.
Definendolo un crimine di "sconcertante portata", i pubblici ministeri in tribunale hanno affermato che Avery ha utilizzato i soldi per acquistare una villa da 5,7 milioni di dollari a Beverlywood, a Los Angeles, oltre ad aver speso circa 706.000 dollari per la decorazione degli interni.
L'attore ha inoltre speso 605.000 dollari in auto, tra Mercedes Benz e Audi, 345.000 dollari in viaggi in jet privati ​​e yacht, 174.000 dollari in servizi di consulenza per feste a Los Angeles, 136.000 dollari in casinò e discoteche di Las Vegas e 6,9 milioni di dollari in pagamenti tramite carta di credito American Express.
Secondo un rapporto pubblicato sul Los Angeles Times, l'attore 35enne ha confessato il suo crimine e ha detto al giudice distrettuale degli Stati Uniti, Mark C. Scarsi, di aver preso "decisioni sbagliate e terribili" mentre cercava di entrare nel mondo del cinema e che era dispiaciuto per "l'immenso dolore e le difficoltà" che ha causato.
I suoi avvocati hanno detto al giudice che Horwitz "è mentalmente instabile" e che dovrebbe poter veder crescere i suoi due figli piccoli.
Le dichiarazioni delle vittime ai pubblici ministeri chiedevano la massima punizione consentita dalla legge per Zachary, definito come "un ladro senza moralità o umanità".
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала