Gas, ottimismo sull'Ucraina: i prezzi in Europa sotto i gli 800 dollari

© Sputnik . Dmitrij Leltschuk / Vai alla galleria fotograficaGasdotto
Gasdotto  - Sputnik Italia, 1920, 15.02.2022
Seguici suTelegram
I prezzi dei futures sul gas di marzo in Europa, dopo un brusco salto sopra i 1.000 dollari per mille metri cubi di recente, martedì sono scesi sotto gli 800 dollari, lo si apprende dai dati della borsa ICE di Londra.
Il valore dei futures è in discesa sin dall'inizio delle contrattazioni: in apertura ammontava a $926 e dopo una breve sosta sopra i $940 nella prima ora ha accelerato il calo.
I prezzi alle 17.52 ora italiana sono scesi momentaneamente a $ 798,7, un importo più del 16% inferiore al prezzo di regolamento del giorno prima - $ 943,7.
Le quotazioni sono scese per l'ultima volta sotto gli 800 dollari il 3 gennaio, in quel periodo il costo dei futures per i mesi successivi ha oscillato tra i 770 e i 990 dollari.
I prezzi hanno accelerato la discesa nel contesto di un generale allentamento delle preoccupazioni geopolitiche.

Ucraina, la situazione oggi

I Distretti Militari meridionale e occidentale della Russia hanno iniziato a far tornare le truppe alle loro basi di stanza a seguito del termine delle esercitazioni, ha riferito ai giornalisti il ​​portavoce del ministero della Difesa russo Igor Konashenkov stamane. Il personale militare del Distretto Militare meridionale ha iniziato a tornare dalla Crimea alle basi permanenti al termine delle manovre, ha comunicato in seguito il capo del servizio stampa del Distretto Militare meridionale.
Un notevole aumento dei prezzi del gas in Europa è iniziato nella primavera del 2021, quando il prezzo spot medio secondo l'indice dell'hub TTF viaggiava nell'intervallo tra $ 250 e $ 300 per mille metri cubi. Alla fine dell'estate, il valore di un contratto con la consegna "il giorno prima" ha superato i 600 dollari e all'inizio di ottobre ha già raggiunto i 1.000 dollari. Il massimo storico a 2.190,4 dollari per mille metri cubi è stato registrato il 21 dicembre. In seguito le quotazioni sono scese, ma in generale non ci sono mai stati prezzi così elevati per un periodo duraturo nell'intera storia del funzionamento degli hub del gas in Europa - dal 1996.
Gli esperti attribuiscono l'aumento dei prezzi a diversi fattori: forte domanda di gas naturale liquefatto (GNL) in Asia, offerta limitata da parte dei principali fornitori e bassi livelli di riempimento dei depositi sotterranei europei dopo un lungo inverno freddo e una calda estate nel 2021.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала