Parigi avverte, il "convoglio della libertà" ora fa rotta su Bruxelles

Polizia a Bruxelles - Sputnik Italia, 1920, 14.02.2022
Seguici suTelegram
Stando alle dichiarazioni della polizia francese, numerosi mezzi, circa 1300, del "convoglio della libertà" che ha invaso le strade della capitale francese nella giornata di ieri, si starebbero dirigendo verso il confine con il Belgio, pronti ad "invadere" la Capitale.
Il convoglio ha fatto tappa questa domenica a Lille, città al confine con il Belgio, intento a raggiungere Bruxelles.
Stando alle dichiarazioni della polizia francese il numero dei partecipanti alla protesta indetta contro le restrizioni per il coronavirus è cospicuo: ben 1300 mezzi si stanno muovendo sulle strade che portano alla capitale del Belgio.
La polizia belga ha intanto vietato qualsiasi manifestazione nella Capitale, sottolinenando che il divieto è indirizzato in particolare ai "veicoli a motore", aggiungendo di aver adottato misure "ad hoc" per prevenire il convoglio.
Sono stati pubblicati avvisi in francese, olandese, tedesco e in inglese dove è esplicitamente detto che le "manifestazioni con veicoli sono vietate", indirizzando i manifestanti automuniti verso un parcheggio alla periferia della città.
Intanto all'Aia i partecipanti all'ennesima manifestazione di protesta hanno annunciato di voler guidare alla volta di Bruxelles per raggiungere l'altro convoglio.
Venerdì il premier belga, Alexander de Croo, ha chiesto agli stessi di "protestare nei propri Paesi", suggerendo di desistere dall'intenzione di andare a Bruxelles.
L'aeroporto di Bruxelles suggerisce ai viaggiatori di utilizzare il treno per raggiungere lo scalo, evitando le strade, per il timore di blocchi.
La polizia del Paese prevede controlli al confine: i mezzi che intendono fare rotta su Bruxelles, in barba ai divieti, verranno bloccati e indirizzati verso altre direzioni.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала