I test clinici di fase 2 mostrano la sicurezza della combinazione Sputnik Light-AstraZeneca

© Sputnik . Evgeny UtkinLe persone a San Marino ricevono la terza dose di Sputnik Light
Le persone a San Marino ricevono la terza dose di Sputnik Light - Sputnik Italia, 1920, 14.02.2022
Seguici suTelegram
I risultati intermedi degli studi clinici di fase II tenuti per valutare la sicurezza e l'immunogenicità dell'uso combinato del vaccino AstraZeneca e del primo componente dello Sputnik V (lo Sputnik Light), non hanno rivelato alcun evento avverso grave, hanno affermato il RDIF, AstraZeneca e l’azienda farmaceutica russa R-Pharm.
"Negli studi, che hanno coinvolto 100 volontari in Russia e 100 volontari in Azerbaigian, la combinazione di farmaci ha dimostrato un profilo di sicurezza e tollerabilità ottimale, coerente con i risultati di precedenti studi clinici sulla sicurezza di AstraZeneca, Sputnik V e Sputnik Light", si legge in un comunicato ufficiale.
"Il monitoraggio dei volontari è proseguito per 57 giorni dopo la prima vaccinazione e ha dimostrato alti tassi di sicurezza per l'uso combinato dei farmaci. Durante l'osservazione non sono stati identificati eventi avversi gravi associati alla vaccinazione", hanno osservato gli autori dello studio.
Nell'ambito delle prove, ai volontari sono state somministrate iniezioni intramuscolari del vaccino AstraZeneca e del componente Ad26-S del vaccino Sputnik V in diverse sequenze a intervalli di 28 giorni.
Il vaccino "Sputnik Light", sviluppato dal Centro Gamaleya, è il primo componente del vaccino Sputnik V. Sputnik Light è approvato in più di 30 paesi con una popolazione totale di oltre 2,5 miliardi di persone. Il farmaco è stato anche approvato come booster universale in numerosi paesi, tra cui Argentina, Bahrain, Emirati Arabi Uniti, San Marino, Filippine e altri.
Il vaccino AstraZeneca è stato sviluppato dall'Università di Oxford in collaborazione con Vaccitech. Utilizza un vettore virale dello scimpanzé carente di replicazione basato su una versione indebolita del virus del raffreddore comune (adenovirus) che causa l'infezione negli scimpanzé e contiene il materiale genetico della proteina spike SARS-CoV-2, la sindrome respiratoria che causa il Covid-19.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала