Quarta dose, Magrini (AIFA): dopo l'estate capiremo se servirà richiamo di massa o parziale"

© AP Photo / Jae C. HongSiringa con il vaccino Pfizer-BioNTech COVID-19
Siringa con il vaccino Pfizer-BioNTech COVID-19  - Sputnik Italia, 1920, 13.02.2022
Seguici suTelegram
Il direttore dell'Agenzia Italiana per il Farmaco ritiene che il vaccino contro il Covid-19 Novovax, in arrivo dal 24 febbraio, potrà essere servire per la vaccinazione di un milione e mezzo di over 50 che rifiutano il vaccino mRna.
"E' in fase di definizione" la quarta dose di vaccino Covid per gli immunodepressi. Lo ha detto il direttore generale dell’Agenzia Italiana del Farmaco, Nicola Magrini, in un'intervista a La Stampa, specificando che "si sta discutendo sulla tempistica ottimale".
Assicura che il parere di AIFA arriverà a breve, ma "non c’è motivo di accelerare, i vaccini non scadono - spiega - anche se la risposta alle dosi precedenti non è stata ottimale”.
La quarta dose sarà destinata a pazienti trapiantati o malati leucemici, sottoposti a trattamenti che bloccano i linfociti T e compromettono la risposta immunitaria. In questi soggetti potrebbe portare benefici, facendo aumentare gli anticorpi. Nei prossimi giorni arriverà una decisione sulle tempistiche, che potrebbero essere di 5-6 mesi.
Per quanto riguarda il resto della popolazione, si dovrà attendere la prossima estate con l'ingresso in uno "scenario nuovo: un’immunità diffusa e una circolazione del virus ciclica, di tipo parainfluenzale".
"A quel punto valuteremo come procedere, capiremo se sarà necessario un richiamo di massa o solo parziale“, ha affermato Magrini.

Vaccinazione pediatrica

Secondo Magrini il 50% della platea verrà raggiunto nelle prossime settimane.
"Credo che le rassicurazioni da parte di chi ha vaccinato i propri figli e i casi drammatici dei due bambini recentemente morti di Covid, senza precedenti fattori di rischio, possano convincere i genitori a ritenere il vaccino una soluzione utile e sicura“, ha affermato, mettendo in guardia sulla politicizzazione delle scelte "puntando a polarizzare la discussione pubblica e, soprattutto, proponendo esempi sbagliati, senza alcuna affidabilità scientifica“.
Infine, l'arrivo del Novavax il 24 febbraio secondo Magrini aiuterà a "vaccinare un milione e mezzo di persone". Per gli over 50 non vaccinati “può rappresentare un’ulteriore opzione per coloro che hanno avuto dubbi ingiustificati sui vaccini a mRna“, ha concluso.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала