Meditano sulla spiaggia ma la marea li trascina in acqua: 11 morti in Indonesia

© flickr.com / Jasper ArendsIndonesia Sulawesi Island
Indonesia Sulawesi Island - Sputnik Italia, 1920, 13.02.2022
Seguici suTelegram
La strage è avvenuta poco dopo la mezzanotte di domenica, mentre un gruppo di 23 persone stava compiendo un rituale. Sopravvissuto il guru.
L'alta marea ha spazzato via un gruppo di persone durante un rituale tradizionale sulla spiaggia di Payangan, a Java, in Indonesia. L'incidente è avvenuto poco dopo la mezzanotte di domenica e ha provocato 11 vittime, secondo quanto riportano The Star e Straits Times.
Il gruppo di 23 persone si teneva per mano e meditava sulla spiaggia quando sono stati sorpresi dalle onde che li hanno trascinati in acqua.

"Erano troppo vicini al mare e non sono riusciti a salvarsi quando le onde di marea sono arrivate e li hanno spazzati via", ha detto a TVOne il capo della polizia locale Hery Purnomo a Straits Times.

Dieci corpi sono stati recuperati dall'oceano, mentre in 12 sono riusciti a salvarsi. Risulterebbe morta un'undicesima persona, precedentemente data per dispersa.
Il guru spirituale del gruppo sarebbe sopravvissuto alla strage ed è stato interrogato dalla polizia. Le autorità avevano vietato la località per la pericolosità della marea.
Un ufficiale ha spiegato che la spiaggia viene solitamente sorvegliata e chiusa dopo il tramonto, ma il gruppo in qualche modo ha trovato un modo per arrivarci.
Non è chiaro il tipo di rituale che stessero eseguendo le vittime nella regione a maggioranza mussulmana. Alcuni dei celebranti sarebbero imparentati fra loro.
Nella regione l'alta marea e le onde forti sono spesso causa di incidenti. L'anno scorso due turisti sono morti travolti dalle onde su una spiaggia di Malang, a Java. Nel 2019 invece erano morte allo stesso modo 5 persone in vacanza a Lampung.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала