Scoperto il caso più antico d'infezione respiratoria in un dinosauro di 150 milioni di anni

© Sputnik / Vai alla galleria fotograficaDinosauri in un parco acquatico
Dinosauri in un parco acquatico - Sputnik Italia, 1920, 12.02.2022
Seguici suTelegram
La sensazionale scoperta, ad opera di un'equipe di ricercatori, ha trovato nelle vertebre di un sauropode, probabilmente un diplodocus, lesioni ossee riconducibili ad un’infezione respiratoria, sarebbe il caso più antico mai scoperto.
I ricercatori hanno riscontrato tracce di un’infezione polmonare, in seguito trasferitasi nelle ossa, in un esemplare di sauropode, probabilmente appartenente alla specie dei diplodocus, e che hanno poi soprannominato Dolly.
È proprio nelle vertebre del fossile che sono state trovate le prove dell'infezione, così riferisce sul Scientific Reports il paleontologo Cary Woodruff, dell'equipe di ricercatori.
La scoperta è senza dubbio sensazionale e sposta indietro di circa 50 milioni di anni il caso d'infezione respiratoria più antica mai riscontrata, che in precedenza apparteneva ad un titanosauro scoperto in Brasile.
Il ritrovamento è stato effettuato nella regione sud-occidentale del Montana (USA), il dinosauro era lungo circa 18 metri e aveva meno di 20 anni al momento della morte, secondo l’equipe di ricercatori del professor Woodruff non è comunque chiaro se l'infezione fosse di tipo batterico, virale o fungina e se sia stata la causa della morte del dinosauro.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала