Covid, spunta la "zona blu": ecco come può cambiare il sistema di colori delle regioni

© Sputnik . Evgeny UtkinLe persone passeggiano per le strade del centro di Milano, indossando maschere protettive, durante la pandemia del Covid-19.
Le persone passeggiano per le strade del centro di Milano, indossando maschere protettive, durante la pandemia del Covid-19. - Sputnik Italia, 1920, 12.02.2022
Seguici suTelegram
Nel prossimo decreto di Palazzo Chigi i colori delle regioni potrebbero essere ridotti a due, in base al numero dei contagi e dei ricoveri in ospedale e nei reparti di terapia intensiva.
Con la discesa dei contagi e il progressivo allentamento delle regole anche i colori delle regioni potrebbero scomparire. O meglio limitarsi a due.
È quanto anticipa Il Messaggero che spiega come il dpcm atteso per la prossima settimana potrebbe contenere una semplificazione del sistema che introduce limitazioni progressive a seconda del numero di contagi, ospedalizzazioni e ricoveri in terapia intensiva
Un cambio delle regole, sulla base della nuova situazione epidemiologica, era stato invocato dai governatori.
Con l’introduzione del green pass, in effetti, le differenze tra zone bianche, gialle e arancioni sono praticamente nulle per i vaccinati. E con l’ultimo decreto Covid di febbraio, chi ha ricevuto tre dosi di vaccino non è soggetto alle restrizioni neppure in zona rossa.
Ora l'esecutivo, secondo lo stesso quotidiano, avrebbe quindi intenzione di ridurre a due le zone di colore per le regioni italiane.

Le “aree di rischio” potrebbero limitarsi più semplicemente ad una zona rossa e una blu. La zona rossa scatterebbe con l’aumento del numero dei ricoveri ospedalieri e in terapia intensiva, mentre tutte le altre regioni, quelle in cui la pressione sulle strutture sanitarie è sotto controllo, sarebbero contrassegnate con il blu.

Da lunedì prossimo, 14 febbraio, intanto, il Molise passerà dal bianco al giallo, mentre la Sicilia tornerà in giallo dall’arancione.
Le regioni che restano in zona bianca, quindi, sono Basilicata e Umbria. Valle d’Aosta, Abruzzo, Friuli Venezia Giulia, Piemonte e Marche saranno in zona arancione, tutte le altre in zona gialla.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала