Bologna e il bullismo, assessore Ara dice che gli istituti non segnalano per rischio cattiva fama

© Sputnik . Владимир ПесняBologna
Bologna - Sputnik Italia, 1920, 12.02.2022
Seguici suTelegram
Il bullismo c’è anche nelle scuole di Bologna, non a carattere di baby gang come da altre parti ma è presente. E le scuole, alcune scuole, tendono a non segnalare determinati fatti per non “denigrare il buon nome della scuola”, dice l’assessore comunale alla scuola Daniele Ara.
Le scuole faticano a segnalare per non essere etichettate come problematiche, con il rischio che poi esplodano casi estremi come quello che le cronache hanno segnalato a Rimini con l’accoltellamento di un minore da parte di un compagno di classe.

“La scuola deve segnalare i problemi e noi sappiamo di alcuni istituti comprensivi che faticano a farlo perché se incontrano un ragazzo in difficoltà che magari è protagonista di atti violenti o di bullismo, quindi protagonista, non che li ha subiti, dire questo significa in qualche modo denigrare il buon nome della scuola e questo non deve succedere”, spiega l’assessore Ara al Bologna Today.

Per ora non c’è un bullismo organizzato a Bologna, mancano le vere baby gang. Un fatto confermato anche dalle forze dell’ordine dice l’assessore.
“Ma il salto di qualità va prevenuto e non è scontato non accada. Siamo ancora in presenza di gruppi che vedono singoli ragazzi con i loro disagi specifici che si aggregano anche in maniera estemporanea”, specifica Ara ma l’attenzione deve restare alta.
E quindi auspica che la scuola torni a essere un punto di riferimento per i giovani, anche creando occasioni di tempo libero per loro, aggiunge.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала