Blinken insiste: "Usa temono invasione russa dell'Ucraina"

© AP Photo / Susan WalshIl Segretario di Stato USA Anthony Blinken
Il Segretario di Stato USA Anthony Blinken - Sputnik Italia, 1920, 12.02.2022
Seguici suTelegram
Nei colloqui telefonici con il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov, il segretario di Stato americano ha ribadito che Washington teme l'attacco russo contro l'Ucraina nei prossimi giorni.
Il segretario di Stato americano Antony Blinken ha ribadito al ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov che gli Stati Uniti temono un "attacco" russo all'Ucraina nei prossimi giorni, ma considerano aperta la via diplomatica per risolvere la crisi.
I colloqui telefonici tra i capi delle diplomazie di Mosca e Washington ha preceduto il colloquio tra i presidenti dei due Paesi, anch'esso in programma per oggi.
"Il segretario di Stato Antony Blinken ha parlato oggi al telefono con il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov per discutere le profonde preoccupazioni condivise che la Russia potrebbe prendere in considerazione l'idea di sferrare un'ulteriore aggressione militare contro l'Ucraina nei prossimi giorni." si afferma in una nota del Dipartimento di Stato sulla telefonata del segretario di Stato con Lavrov.
"Il segretario di Stato ha chiarito che il percorso diplomatico per risolvere la crisi rimane aperto, ma richiede a Mosca di allentare l'escalation e impegnarsi in negoziati in buona fede", ha aggiunto il Dipartimento di Stato.
Blinken ha ribadito che un attacco all'Ucraina riceverà una "risposta transatlantica forte, massiccia e unitaria".
A sua volta il ministero degli Esteri russo, commentando i colloqui telefonici, ha riferito che il ministro Sergey Lavrov ha informato il segretario di Stato Blinken che la "campagna di propaganda" sulla "aggressione russa" contro l'Ucraina ha scopi provocatori e ha ribadito le preoccupazioni della Russia sulla sicurezza in relazione ai piani della Nato di espandersi più a est.

Sicurezza e tensioni sull'Ucraina

L'Occidente continua ad accusare la Russia di "ammassare le truppe" vicino al confine con l'Ucraina e afferma che Mosca intende "invadere" il suo vicino. La Russia ha più volte sottolineato di non minacciare nessuno e che le affermazioni d'"invasione" sono a dir poco provocazioni.
Allo stesso tempo, il rafforzamento militare della Nato nell'Europa orientale, sullo sfondo della presunta "invasione", solleva preoccupazioni per la sicurezza a Mosca, ha sottolineato il Cremlino, che chiede che l'Occidente fornisca garanzie legali, affinché l'Alleanza Atlantica non si espanda verso est o non dispieghi armi offensive in Europa orientale.
Navi della Flotta russa del Mar Nero - Sputnik Italia, 1920, 12.02.2022
Russia, al via imponenti esercitazioni navali nel Mar Nero per simulare la difesa della Crimea
Nel corso delle ultime settimane, la Russia ed i paesi occidentali sono stati impegnati in un teso dialogo sulla sicurezza.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала