Bari, condannati otto usurai donna: chiedevano anche il 5000% alle vittime

© Sputnik / Vai alla galleria fotograficaSoldi
Soldi - Sputnik Italia, 1920, 12.02.2022
Seguici suTelegram
A Bari l’usura era comandata da otto donne, su dieci usurai finiti nell’inchiesta della Guardia di Finanza “Cravatte rosa” e risalente al novembre 2020.
Oggi arrivano le condanne per le usuraie e gli usurai, con pene comprese tra i 7 anni e 8 mesi e i 2 anni e 4 mesi di reclusione.
Anche durante il lockdown del 2020 le usuraie non avevano pietà, e chiedevano alle loro vittime di pagare i prestiti con tassi d’interesse anche del 5.000%.
A finire nella rete delle strozzine erano in particolare famiglie dei quartieri Japigia, San Pasquale e San Paolo di Bari, riporta il Bari Today.
Alla scoperta della rete di aguzzine si è giunti grazie alla denuncia di un'anziana donna in gravi difficoltà economiche, che si è presentata alla Guardia di Finanza, denunciando di essere vittima di usura.
Le condannate sono accusate per reati che vanno dal 2011 al 2020, tra cui usura aggravata dallo stato di bisogno, estorsione, minacce e percosse.
Le indagini hanno appurato la responsabilità per 29 episodi di usura e otto episodi di estorsione ai danni delle vittime.
Iil rischio usura è però in aumento in tutta Italia già dal 2021, come aveva fatto notare la Direzione investigativa antimafia di Roma.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала