Mani della ndrangheta sui lavori della rete ferroviaria italiana: 15 arresti

© AP Photo / Luca BrunoAgenti della Guardia di Finanza a Milano
Agenti della Guardia di Finanza a Milano - Sputnik Italia, 1920, 11.02.2022
Seguici suTelegram
In manette in 15 per una inchiesta che riguarda gli appalti per la realizzazione di lavori di manutenzione e costruzione sulla rete ferroviaria italiana.
Gli arrestati fanno parte tutti della ndrangheta che ha messo le mani sugli appalti ferroviari grazie ai subappalti di lavori concessi da Rete ferroviaria italiana (Rfi) ad altre società. Rfi è parte offesa in questa vicenda di mafia e corruttela.
Agli arrestati è contestata l’associazione per delinquere finalizzata ai reati tributari e bancarotta. Per alcuni di essi è scattato anche il reato di agevolazione mafiosa.
Il sistema prendeva i soldi delle famiglie di ndrangheta e li ripuliva negli appalti ferroviari. Con quei soldi i mafiosi vi sostenevano anche le famiglie dei boss in carcere.
All’associazione, attiva tra la provincia di Varese e Isola Capo Rizzuto (Crotone), sono stati sequestrati beni pari a 6,5 milioni di euro equiparabili ai fondi distolti alla collettività.
L’indagine ha messo in luce un sistema in cui numerose imprese intestate a prestanome e riconducibili alla cosca della 'ndrangheta dei Nicoscia-Arena di Isola di Capo Rizzuto (Crotone) avrebbero ottenuto in subappalto lavori che Rete Ferroviaria Italiana spa (parte offesa nella vicenda) appaltava a grandi società del settore, come Generale Costruzioni Ferroviarie spa, parte del Gruppo Rossi.

Il meccanismo per eludere i controlli antimafia

Le società affiliate alla ndrangheta, per sfuggire ai meccanismi di controllo usavano un sistema di “schermatura” attuato con i contratti di fornitura di manodopera specializzata, noto come distacco di personale che è previsto dalla legge Biagi.
In questo modo venivano elusi i controlli antimafia ed anche le limitazioni in materia di subappalto che sono previste per le imprese aggiudicatarie di commesse di lavoro pubbliche.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала