L'esercito di terracotta si amplia, scoperti 20 nuovi guerrieri

CC0 / Pixabay / Esercito di terracotta in Cina
Esercito di terracotta in Cina - Sputnik Italia, 1920, 11.02.2022
Seguici suTelegram
I "guerrieri di terracotta" sono figure a grandezza naturale che si ritiene siano state costruite per proteggere il primo imperatore cinese nell'aldilà.
Secondo quanto riportato da diversi media, più di 20 nuovi "guerrieri di terracotta" sono stati scoperti in uno dei siti del territorio del mausoleo dell'imperatore Qin Shi Huang, colui che unificò la Cina nel 221 a.C.
Secondo Live Science, i guerrieri dissotterrati sarebbero principalmente fanti e carristi, oltre a pochi generali, questo a giudicare dal loro copricapo.
L'esercito di terracotta corrisponde ad una forma di arte funeraria, fu sepolto intorno al 210-209 a.C. e scoperto casualmente nel 1974. Da allora è considerato tra i siti archeologici più famosi del mondo. Gli archeologi moderni credono che l'esercito sia stato creato per servire l'imperatore nell'aldilà.
Si ritiene che "l'esercito dell'aldilà" fosse composto da 8.000 guerrieri, posti in tre fosse a circa 1,6 km a nord-est del mausoleo. Gli archeologi hanno già scoperto circa 2.000 guerrieri, che di solito venivano sepolti con armi, come spade e balestre.
Secondo il sito web del Museo del mausoleo dell'imperatore Qin Shi Huang, i guerrieri vengono spesso trovati in frantumi e successivamente ricostruiti. La stessa procedura attende ora i soldati appena dissotterrati, agli scienziati invece spetta il compito di imparare qualcosa di nuovo sull'Esercito di Terracotta.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала