1,5 milioni di non vaccinati 50+ non hanno intenzione di vaccinarsi nonostante la multa

© Sputnik . Gustavo Valiente / Vai alla galleria fotograficaIl vaccino AstraZeneca
Il vaccino AstraZeneca - Sputnik Italia, 1920, 11.02.2022
Seguici suTelegram
Non sono bastati i 100 euro di multa inviati a casa dall’Agenzia delle Entrate a chi non si è vaccinato a convincere 1,5 milioni di italiani e italiane ultracinquantenni a sottoporsi alla vaccinazione.
Soltanto 650mila persone si sono lasciati convincere del rischio di prendere una multa da 100 euro, mentre il resto non ha cambiato idea. Da martedì 15 febbraio, però, per gli utracinquantenni scatterà il divieto di presentarsi sul luogo di lavoro, se non in possesso di super green pass.
In 500mila rischiano di non poter lavorare dal 15 febbraio, perché privi del vaccino, e le conseguenze, anche per le imprese, potrebbero essere quantomeno articolate.
Presentarsi sul luogo di lavoro senza il super green pass significherà mettere in conto un'ulteriore potenziale multa ampia quanto uno stipendio, perché compresa tra i 600 e i 1.500 euro, ma che può arrivare fino a 3mila euro.
I 50+ non vaccinati saranno automaticamente sospesi senza stipendio, ma non licenziati, e le imprese dovranno cercarsi un sostituto.
In molte regioni, come Valle d’Aosta, Liguria e Piemonte, e nella provincia di Bolzano, le imprese sono già corse ai ripari, contattando le agenzie di lavoro interinale per sostituire i dipendenti non vaccinati.
Circa un milione di ultracinquantenni non vaccinati sono, invece, disoccupati e in pensione.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала