Tempesta geomagnetica devasta i satelliti Starlink di SpaceX – Video

CC0 / / Missione SpaceX Starlink
Missione SpaceX Starlink - Sputnik Italia, 1920, 10.02.2022
Seguici suTelegram
A causa di una potente eruzione solare, 40 dei 49 satelliti lanciati in orbita dalla SpaceX di Elon Musk su di un razzo Falcon 9 il 3 febbraio dal Kennedy Space Center di Cape Canaveral in Florida dovrebbero ricadere sulla Terra, per disintegrarsi in atmosfera.
Un video, che mostra uno dei satelliti di Elon Musk colpiti dalla tempesta magnetica ricadere sulla Terra disintegrandosi all’impatto in atmosfera, è stato catturato nei cieli di Porto Rico e postato sui social.
In tutto, dovrebbero essere una quarantina i satelliti a cui spetta una tale sorte, su 49 lanciati con l’ultimo razzo Falcon il 3 febbraio, fa sapere Space.com.
La tempesta geomagnetica è stata provocata da un potente brillamento solare di classe M1 (medie dimensioni), avvenuto il 30 gennaio, che è durato per oltre quattro ore ed è stato seguito da un'espulsione di massa coronale, il cui flusso di particelle ha raggiunto la Terra il 2 febbraio, proprio il giorno prima dell’ultimo lancio.
Dal 2018, SpaceX ha lanciato più di 2.000 di questi satelliti, nel tentativo di portare Internet ad alta velocità in tutti gli angoli del globo, in particolare in quelli dove l'accesso all’Internet tradizionale non è possibile o è fortemente limitato.
Nel 2021, SpaceX ha stabilito un nuovo record aziendale per il maggior numero di lanci di razzi in un anno, con 31 missioni.
Il brillamento di classe M1, e la conseguente tempesta magnetica, valutata classe G2, sono fenomeni relativamente comuni e considerati di ‘media intensità’, tuttavia, anche fenomeni non eccezionali come questi, in determinate condizioni, come dimostra l’episodio, possono provocare seri danni.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала