SpaceX, a causa di una tempesta geomagnetica la compagnia perderà fino a 40 satelliti

© AP Photo / Susan WalshElon Musk
Elon Musk - Sputnik Italia, 1920, 09.02.2022
Seguici suTelegram
SpaceX, l’azienda di Elon Musk, perderà l’80% dei satelliti Starlink lanciati la scorsa settimana, questo a causa di una tempesta geomagnetica.
Si calcola che i satelliti, che prenderanno fuoco prima di raggiungere l’orbita terrestre, saranno almeno 40 dei 49 lanciati lo scorso 3 febbraio dal Kennedy Space Center in Florida.
Le tempeste geomagnetiche sono il risultato delle interazioni tra il vento solare e il campo magnetico terrestre, e come dice una nota dell’azienda statunitense: “Queste tempeste provocano il riscaldamento dell'atmosfera e l'aumento della densità atmosferica”.
I satelliti Starlink sono comunque progettati per disintegrarsi al rientro nell'atmosfera terrestre e non dovrebbero quindi causare detriti.
Questo non ha impedito lo scatenarsi delle polemiche, infatti il governo statunitense ha concesso a SpaceX di lanciare in orbita fino a 12.000 satelliti, di cui già 2.000 sono stati lanciati, e, secondo molti esperti del settore, questo proliferare di satelliti potrebbe rovinare da una lato l'osservazione del cielo notturno e dall'altro il lavoro di osservazione degli astronomi.
L'agenzia spaziale europea, per bocca del suo direttore generale, l'astronomo austriaco Josef Aschbacher, aveva recentemente richiesto un'azione coordinata da parte dell'Unione Europea per fare in modo che i satelliti di SpaceX non impedissero il lancio dei satelliti da parte di altre nazioni, e sempre in relazione a questo anche la Cina ha rivolto le sue accuse agli Stati Uniti, in quanto in ben due occasioni una stazione spaziale cinese ha dovuto effettuare delicate manovre di movimento al fine di evitare una collisione con i satelliti lanciati da Starlink.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала