Siccità, vento e incendi: Milano nella morsa dei cambiamenti climatici

© Sputnik . Evgeny UtkinPiazza del Duomo a Milano, Italia
Piazza del Duomo a Milano, Italia - Sputnik Italia, 1920, 09.02.2022
Seguici suTelegram
Prima il vento, che ha scoperchiato una porzione del tetto della stazione centrale, poi le tegole del Castello Sforzesco di Milano divelte, quindi l’incendio nel parco delle Groane, tra i comuni di Cogliate, Misinto, Ceriano Laghetto (Monza).
Per la città metropolitana di Milano non c’è pace. Inoltre non piove dal 5 gennaio, fa notare il Corriere di Milano.
Il Po, il grande fiume, è sofferente, il livello è così basso che neanche d’estate si è visto in una situazione di così grave siccità. Ci si domanda come potrà essere il Po la prossima estate, se nel frattempo non arriveranno le piogge.
Incendi sono scoppiati anche in Piemonte, per la siccità appoggiata dai grandi venti secchi di questi ultimi giorni, che hanno imperversato sulle Alpi. Basta un non nulla per appiccare incendi difficili da spegnere.
L’incendio del parco delle Groane ha impegnato ben otto squadre di vigili del fuoco, con equipaggi giunti anche da Milano, Como e Saronno.
Tristemente noto per essere il parco degli spacciatori, il parco delle Groane questa volta è stato avvolto dalle fiamme, che sono arrivate a lambire le abitazioni isolate che lo costeggiano.
La Regione Lombardia lo aveva annunciato in un'allerta lanciata alcuni giorni prima del rogo.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала