Fiaso, in 7 giorni diminuiti del 7,7% ricoveri e intensive

© Sputnik . Evgeny Kozirev / Vai alla galleria fotograficaMedico di pronto soccorso con una visiera
Medico di pronto soccorso con una visiera - Sputnik Italia, 1920, 09.02.2022
Seguici suTelegram
Si liberano gli ospedali italiani dai malati Covid-19. Secondo Fiaso, il numero degli ospedalizzati in reparti ordinari scende del -3,7%.
In una settimana, il numero dei pazienti Covid ricoverati in terapia intensiva è diminuito del -7,7% rispetto alla settimana precedente (da 195 del primo febbraio a 180 dell'8 febbraio), scrive Fiaso.
Nei reparti ordinari, la diminuzione dei pazienti si attesta al -3,3% e il totale dei pazienti passa da 1.908 a 1.845. La curva delle ospedalizzazioni nei reparti Covid dell'8 febbraio negli ospedali sentinella, stando alla rilevazione della Fiaso (Federazione Italiana Aziende Sanitarie e Ospedaliere), ha contato 2.025 pazienti rispetto ai 2.103 del primo febbraio.
Intanto, dal prossimo 11 febbraio verrà meno l’obbligo di mascherina all’aperto in tutto il Paese. Un avvicinamento alla normalità, segnato anche dalle nuove disposizioni per la scuola, dove sale il numero di contagiati prima di porre tutta la classe in quarantena.
Intanto, il numero di vaccini somministrati in Italia sono oltre 131 milioni e il 91,27% della popolazione ha ricevuto almeno la prima dose, mentre l’88,54% della popolazione maggiore di 12 anni ha ricevuto anche la seconda dose.
L’83,46% di chi ha completato il primo ciclo di vaccinazione contro il Sars-CoV-2 ha ricevuto la terza dose a completamento del ciclo vaccinale.
I bambini tra i 5 e 11 anni che hanno ricevuto almeno una dose sono il 35,1%, mentre quelli con doppia dose il 20,82%.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала