Iraq, i palazzi presidenziali di Saddam Hussein

Seguici suTelegram
Il 27 settembre del 2016, a Bassora, in Iraq, è stato inaugurato un nuovo museo, Basra Hall, che ospita oltre 2 mila manufatti in uno dei palazzi appartenuti a Saddam Hussein.
© AFP 2022 / Hussein Faleh

In uno dei palazzi appartenuti a Saddam Hussein, a Bassora, in Iraq, è stato inaugurato un nuovo museo, Basra Hall, che ospita oltre duemila manufatti, risalenti fin al 3300 a.C.

In uno dei palazzi appartenuti a Saddam Hussein, a Bassora, in Iraq, è stato inaugurato un nuovo museo, Basra Hall, che ospita oltre duemila manufatti, risalenti fin al 3300 a.C. - Sputnik Italia
1/13

In uno dei palazzi appartenuti a Saddam Hussein, a Bassora, in Iraq, è stato inaugurato un nuovo museo, Basra Hall, che ospita oltre duemila manufatti, risalenti fin al 3300 a.C.

© AFP 2022 / Hussein Faleh

Oltre alle ceramiche e alle monete già esposte, ci sono altre sale dedicate alle civiltà della Mesopotamia, con reperti babilonesi, assiri e sumeri che risalgono fino al 3300 a.C.

Oltre alle ceramiche e alle monete già esposte, ci sono altre sale dedicate alle civiltà della Mesopotamia, con reperti babilonesi, assiri e sumeri che risalgono fino al 3300 a.C. - Sputnik Italia
2/13

Oltre alle ceramiche e alle monete già esposte, ci sono altre sale dedicate alle civiltà della Mesopotamia, con reperti babilonesi, assiri e sumeri che risalgono fino al 3300 a.C.

© AFP 2022 / Hussein Faleh

Dopo l’invasione americana nel 2003, e dopo la caduta di Saddam Hussein, il palazzo era stato occupato dall’esercito britannico. In seguito, è stato destinato a ospitare il museo, pur tra le difficoltà del conflitto con l‘Isis* (organizzazione illegali in vari paesi) al Nord del Paese e della crisi economica.

Dopo l’invasione americana nel 2003, e dopo la caduta di Saddam Hussein, il palazzo era stato occupato dall’esercito britannico. In seguito, è stato destinato a ospitare il museo, pur tra le difficoltà del conflitto con l‘Isis* (organizzazione illegali in vari paesi) al Nord del Paese e della crisi economica. - Sputnik Italia
3/13

Dopo l’invasione americana nel 2003, e dopo la caduta di Saddam Hussein, il palazzo era stato occupato dall’esercito britannico. In seguito, è stato destinato a ospitare il museo, pur tra le difficoltà del conflitto con l‘Isis* (organizzazione illegali in vari paesi) al Nord del Paese e della crisi economica.

© AFP 2022 / Sabah Arar

Il Palazzo di Al Faw (anche conosciuto come il Palazzo Dell'acqua) si trova a Bagdad, approssimativamente a 5 chilometri dall'Aeroporto internazionale.

Il Palazzo di Al Faw (anche conosciuto come il Palazzo Dell'acqua) si trova a Bagdad, approssimativamente a 5 chilometri dall'Aeroporto internazionale. - Sputnik Italia
4/13

Il Palazzo di Al Faw (anche conosciuto come il Palazzo Dell'acqua) si trova a Bagdad, approssimativamente a 5 chilometri dall'Aeroporto internazionale.

© AFP 2022 / Sabah Arar

Il palazzo fu costruito all'inizio degli anni '90 per commemorare la vittoria di Saddam Hussein sugli iraniani nella Penisola di Al-Faw, nel 1988.

Il palazzo fu costruito all'inizio degli anni '90 per commemorare la vittoria di Saddam Hussein sugli iraniani nella Penisola di Al-Faw, nel 1988. - Sputnik Italia
5/13

Il palazzo fu costruito all'inizio degli anni '90 per commemorare la vittoria di Saddam Hussein sugli iraniani nella Penisola di Al-Faw, nel 1988.

© AFP 2022 / Sabah Arar

Il palazzo conta più di 62 camere e 29 bagni.

Il palazzo conta più di 62 camere e 29 bagni. - Sputnik Italia
6/13

Il palazzo conta più di 62 camere e 29 bagni.

© AFP 2022 / Sabah Arar

Il Palazzo di Al Faw è stato riconvertito in una delle più grandi basi degli Stati Uniti/Coalizione in Iraq.

Il Palazzo di Al Faw è stato riconvertito in una delle più grandi basi degli Stati Uniti/Coalizione in Iraq. - Sputnik Italia
7/13

Il Palazzo di Al Faw è stato riconvertito in una delle più grandi basi degli Stati Uniti/Coalizione in Iraq.

© AFP 2022 / Sabah Arar

Molte delle camere sono state convertite per servire da ufficio.

Molte delle camere sono state convertite per servire da ufficio. - Sputnik Italia
8/13

Molte delle camere sono state convertite per servire da ufficio.

© AFP 2022 / Sabah Arar

Il complesso contiene ville numerose e i più piccoli palazzi.

Il complesso contiene ville numerose e i più piccoli palazzi. - Sputnik Italia
9/13

Il complesso contiene ville numerose e i più piccoli palazzi.

© AFP 2022 / Ahmad Al-Rubaye

Il turismo religioso nei siti sacri musulmani sciiti è esploso dopo la caduta di Saddam. I maggiori punti d'interesse sono la Babilonia e le paludi meridionali che si credeva fossero il biblico Giardino dell’Eden. La Babilonia era stata occupata per cinque mesi dall’esercito americano, che ha poi ceduto la base militare al comando polacco, rimasto nella zona fino al 2005.

Il turismo religioso nei siti sacri musulmani sciiti è esploso dopo la caduta di Saddam. I maggiori punti d'interesse sono la Babilonia e le paludi meridionali che si credeva fossero il biblico Giardino dell’Eden. La Babilonia era stata occupata per cinque mesi dall’esercito americano, che ha poi ceduto la base militare al comando polacco, rimasto nella zona fino al 2005. - Sputnik Italia
10/13

Il turismo religioso nei siti sacri musulmani sciiti è esploso dopo la caduta di Saddam. I maggiori punti d'interesse sono la Babilonia e le paludi meridionali che si credeva fossero il biblico Giardino dell’Eden. La Babilonia era stata occupata per cinque mesi dall’esercito americano, che ha poi ceduto la base militare al comando polacco, rimasto nella zona fino al 2005.

© AFP 2022 / Ahmad Al-Rubaye

I tesori del sito archeologico erani stati saccheggiati e Saddam Hussein ne “restaurò” alcune parti con nuovi mattoni che riportavano il suo nome, costruì anche un palazzo kitsch affacciato sull’area.

I tesori del sito archeologico erani stati saccheggiati e Saddam Hussein ne “restaurò” alcune parti con nuovi mattoni che riportavano il suo nome, costruì anche un palazzo kitsch affacciato sull’area. - Sputnik Italia
11/13

I tesori del sito archeologico erani stati saccheggiati e Saddam Hussein ne “restaurò” alcune parti con nuovi mattoni che riportavano il suo nome, costruì anche un palazzo kitsch affacciato sull’area.

© AFP 2022 / Ahmad Al-Rubaye

A parte il palazzo, Saddam ha anche ricostruito la Via della Processione, una strada di pietre antiche, e ne ha ridipindo le pareti. Una di queste è decorata da un sospetto murale di re Nabucodonosor blu e oro con la faccia di Saddam, mentre su un’altra campeggia il pacchiano disegno di un leone.

A parte il palazzo, Saddam ha anche ricostruito la Via della Processione, una strada di pietre antiche, e ne ha ridipindo le pareti. Una di queste è decorata da un sospetto murale di re Nabucodonosor blu e oro con la faccia di Saddam, mentre su un’altra campeggia il pacchiano disegno di un leone. - Sputnik Italia
12/13

A parte il palazzo, Saddam ha anche ricostruito la Via della Processione, una strada di pietre antiche, e ne ha ridipindo le pareti. Una di queste è decorata da un sospetto murale di re Nabucodonosor blu e oro con la faccia di Saddam, mentre su un’altra campeggia il pacchiano disegno di un leone.

© AFP 2022 / Ahmad Al-Rubaye

Saddam ha poi costruito un lago artificiale a conclusione di quella che i critici definiscono la “disneyficazione” di Babilonia.

Saddam ha poi costruito un lago artificiale a conclusione di quella che i critici definiscono la “disneyficazione” di Babilonia. - Sputnik Italia
13/13

Saddam ha poi costruito un lago artificiale a conclusione di quella che i critici definiscono la “disneyficazione” di Babilonia.

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала