Putin - Macron, terminato dopo 5 ore il faccia a faccia al Cremlino - Video

© Ufficio Stampa dell'Amministrazione Presidenziale russa / Vai alla galleria fotograficaPutin e Macron al Cremlino
Putin e Macron al Cremlino - Sputnik Italia, 1920, 07.02.2022
Seguici suTelegram
Dopo oltre cinque ore si è concluso al Cremlino il faccia a faccia tra Vladimir Putin ed Emmanuel Macron.
I due presidenti avevano iniziato il proprio colloquio alle 18.30 e si sono presentati ai giornalisti per la conferenza stampa post-vertice oltre la mezzanotte moscovita.
Il primo a prendere la parola è stato il presidente russo Vladimir Putin. Tra i temi affrontati: la discussione sulle garanzie di sicurezza chieste dalla Russia alla Nato, la situazione in Ucraina, la cooperazione fra i due paesi nella risoluzione della crisi nel Nagorno-Karabakh ed i legami bilaterali, nel trentennale della fondazione di relazioni diplomatiche ufficiali tra Federazione Russa e Francia.

Nato e Russia

Putin ha sottolineato che nuovamente la Russia viene "tranquillizzata" con l'argomento che la NATO è un'alleanza puramente difensiva, ma è stato dimostrato con gli esempi di Iraq, Libia e Afghanistan quanto questa non corrisponda al vero.
"Vorrei anche notare che stanno ancora cercando di rassicurare la Russia con argomentazioni sul fatto che la NATO è un'organizzazione pacifica e puramente difensiva, un'alleanza puramente difensiva. I cittadini di molti stati hanno visto dalla propria esperienza quanto sia vero", ha affermato il presidente russo.
© Ufficio Stampa della presidenza della Federazione Russa / Vai alla galleria fotograficaIl presidente russo Putin durante il colloquio con Macron
Il presidente russo Putin durante il colloquio con Macron - Sputnik Italia, 1920, 07.02.2022
Il presidente russo Putin durante il colloquio con Macron

"Tra le altre cose, non possiamo ignorarlo: nella strategia militare della NATO del 2019, la Russia è nominata direttamente la principale minaccia alla sicurezza e avversario. La NATO ci ha designati come avversario", ha detto Putin nella conferenza stampa dopo i colloqui con il suo omologo francese Emmanuel Macron.

Ucraina

Il presidente russo respinge le accuse di possibile invasione del territorio ucraino da parte della Russia, ribadendo che i movimenti di truppe avvengono nel territorio russo e sottolinea la posizione distruttiva intrapresa dalle autorità di Kiev, che stanno ignorando tutte le possibilità per una soluzione pacifica della situazione nel Donbass.

"E' evidente a tutti che le autorità di Kiev oggi abbiano intrapreso un corso politico volto a sabotare gli accordi di Minsk, ignorando impegni quali riforma costituzionale, amnistia, status giuridico del Donbass" - ha detto Putin.

Al termine del suo intervento Putin ha ringraziato Macron per il ruolo della Francia nella discussione tra Russia e Nato, volto a garantire la sicurezza europea ed ha definito come valide alcune delle proposte formulate da Macron in merito alla risoluzione della crisi nel sud-est ucraino.
Putin ha specificato di aver concordato una nuova telefonata con Macron dopo i negoziati di quest'ultimo a Kiev con le autorità ucraine.

Macron: "c'è spazio per una strada pacifica"

C'è ancora un'opportunità per trovare una strada pacifica per l'Europa, ha affermato il presidente francese Emmanuel Macron.
"Ora dobbiamo trovare tutti un percorso pacifico in Europa e un percorso di stabilità in Europa, ora c'è ancora un'opportunità e tempo per questo", ha detto Macron nella conferenza stampa a seguito del colloquio con il leader russo Vladimir Putin.
© Ufficio Stampa dell'Amministrazione Presidenziale Russa / Vai alla galleria fotograficaEmmanuel Macron
Emmanuel Macron - Sputnik Italia, 1920, 07.02.2022
Emmanuel Macron

Volete che la Francia faccia la guerra con la Russia?

Rispondendo ad una domanda di un giornalista francese sul rischio che la Russia invada l'Ucraina, il presidente russo Putin ha detto:

"L'ho detto qualche giorno fa dopo l'incontro col presidente Orban che siamo contro l'ampliamento della NATO perchè per noi rappresenta una nuove minaccia. Non siamo noi che ci muoviamo verso la NATO, ma è l'infrastruttura NATO ad essere arrivata verso di noi"

Secondo il presidente russo, un eventuale ingresso dell'Ucraina nella NATO, creerebbe dei problemi espliciti.

Nei documenti dell'Ucraina c'è scritto che la Russia è un nemico. Immaginate che l'Ucraina sia un membro NATO, l'articolo 5 è valido e Biden ha detto che è un imperativo che verrà eseguito. La scorsa volta ho chiesto, dobbiamo fare la guerra con la NATO? Ora lo chiedo a voi:

Volete fare la guerra con la Russia? Chiedetelo ai vostri lettori, ai vostri spettatori, volete che la Francia faccia la guerra con la Russia? - la risposta di Putin alla domanda di un giornalista francese.

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала