Mascherine all'aperto, Sileri: "Obbligo rimosso da metà febbraio"

© AP Photo / Andrew MedichiniPierpaolo Sileri
Pierpaolo Sileri - Sputnik Italia, 1920, 07.02.2022
Seguici suTelegram
Troppo presto per togliere le mascherine nei luoghi chiusi, secondo il sottosegretario si dovrà procedere con gradualità. Lontano l'addio al Grenn pass.
L'obbligo di mascherine all'aperto sarà rimosso da metà febbraio. Lo ha annunciato questa mattina il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri, intervenuto a ’24Mattino’ su Radio24.
"Siamo tutti stanchi della mascherina all’aperto, ma al chiuso dovrà rimanere – ha aggiunto – Vi sarà una transizione con mascherina al chiuso, ma prima o poi leveremo anche quella".
Inoltre è imminente la riapertura in sicurezza di alcune attività “come quelle delle discoteche grazie soprattutto al fatto che abbiamo l’85% di vaccinati, il 60% di persone che hanno già fatto la terza dose e una circolazione del virus che tende progressivamente ad essere più bassa”.
Resta invece lontano l'addio del Green pass, uno strumento che ci accompagnerà ancora.
"Il green pass non sarà eterno, l’emergenza finirà e la vaccinazione sarà rimodulata. Ci saranno delle fasce d’età in cui il vaccino verrà raccomandato", spiega il sottosegretario.
I numeri sono in miglioramento ma resta la spada di Damocle della comparsa di nuove varianti. Le decisioni verranno prese in base alla velocità di circolazione del virus.
"Nessuno ama le restrizioni, non ci sono due fazioni come qualcuno fa credere. Abbiamo avuto una forte circolazione del virus, ora progressivamente stiamo allentando le restrizioni – affermato – ma la rimozione del green pass non è imminente".

La situazione in Italia

Ieri il ministero della Salute ha comunicato nel bollettino sulla pandemia 77.029 nuovi casi di positività e 229 decessi in 24 ore. In lieve aumento il tasso di positività che passa da 11% a 11,2%, mentre il numero degli attuali positivi scende a 2.073.248, con una variazione di -55.295.
Sul fronte ospedalizzazioni si alleggeriscono le occupazioni nei reparti di area medica, che diminuiscono di 117 unità, mentre si registra una risalita in terapia intensiva, con 1431 posti letto occupati, 20 in più rispetto al giorno precedente.
Sono 130.558.340 le dosi di vaccino anti-Covid somministrate in totale fino ad oggi nel Paese, secondo il rapporto Aifa aggiornato a domenica 6 febbraio. Sono 47.712.642 le persone (88,34 % della popolazione maggiore di 12 anni) che hanno completato il ciclo vaccinale, 34.976.995 quelle che hanno ricevuto la terza dose addizionale o di richiamo.
Almeno una dose del vaccino pediatrico in fascia 5-11 è stata ricevuta da 1.255.313 bambini.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала