Viaggi in aereo, nel 2022 in Italia le lowcost sorpassano le compagnie tradizionali

CC0 / / Un aereo di Ryanair
Un aereo di Ryanair - Sputnik Italia, 1920, 06.02.2022
Seguici suTelegram
Ryanair svetta incontrastata, Ita perde terreno. Raddoppiano anche i posti a disposizione rispetto al 2021 su voli nazionali e internazionali.
L’Italia è sempre più terra di conquista e investimenti per le compagnie aeree, in particolare quelle a basso costo, che puntano sulla ripresa del turismo in estate per far risalire le vendite di biglietti e recuperare dal periodo della pandemia.
A dimostrazione di questo, nel 2022 i vettori lowcost metteranno in vendita il doppio dei posti di quelli tradizionali. Si tratta di uno dei dati emersi dall’analisi del Corriere della Sera sulle tendenze esaminate dalla piattaforma specializzata Oag.
Ryanair, in questa competizione, resta prima, segue Ita Airways, che però perde il secondo posto a vantaggi di easyJet con l’aumento dei posti messi a disposizione in estate.
Nei primi sei mesi del 2022, per e dall’Italia sono stati messi in vendita complessivamente 49,3 milioni di posti sui voli sia nazionali che internazionali, +249% rispetto allo stesso periodo del 2021 e leggermente più basso del primo semestre 2019, pre-pandemia, -12,4%.
Complessivamente, sui 49,3 milioni di posti sui voli, il 67% è offerto da compagnie lowcost e il 33% da quelle tradizionali.
Un dato storico che ha ribaltato i pesi: nel 2019 i vettori tradizionali avevano un lieve vantaggio, nel 2021 il 51% è invece passato alle compagnie a basso costo.

Easyjet supera Ita

Il vero salto, nell’offerta, si segnala a partire dai mesi estivi.
Se fino a giugno il 37% dei posti è su voli Ryanair, il 10,9% su Ita, il 10,7% su easyJet e il 9,1% su Wizz Air, con l’arrivo dell’estate la classifica cambia.
Ryanair resta prima, ma al secondo posto sale easyJet con l’11,1%.
ITA, aereo - Sputnik Italia, 1920, 30.01.2022
Lazzerini “Ita non diventerà la low cost di Lufthansa”

Un trend irreversibile

Per gli esperti questo andamento non si invertirà e l’Italia sarà sempre di più dominata dalle lowcost.
“L’Italia sta diventando sempre più un mercato low cost conteso dalle principali protagoniste. Un’ottima notizia per il viaggiatore perché i prezzi resteranno competitivi per tutto l’anno, ma per i vettori tradizionali e Ita Airways sarà una sfida ancora più grande da affrontare”, il capoanalista di Oag, John Grant.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала