Trattative sul nucleare iraniano: il negoziatore capo iraniano Ali Bagheri Kani esprime "fiducia"

© AP Photo / Hasan SarbakhshianImpianto nucleare a Natanz, Iran
Impianto nucleare a Natanz, Iran - Sputnik Italia, 1920, 06.02.2022
Seguici suTelegram
Il capo negoziatore iraniano, Ali Bagheri Kani ha espresso la speranza che le trattative per il nucleare civile iraniano portino presto a un felice esito, mostrandosi fiducioso. "Se gli altri partecipanti ai colloqui dimostreranno seriamente la volontà di collaborare". Auspica la fine delle sanzioni internazionali.
Il viceministro degli Esteri iraniano, Ali Bagheri Kani, ha definito i colloqui attuali sul nucleare come "costruttivi", come citato dall'agenzia Irna.
La trattativa in corso dal 29 novembre ha luogo nella capitale austriaca.
Bagheri Kani, è anche il capo negoziatore per il nucleare di Teheran.
In riferimento alle sanzioni volute dall'ex-presidente Donald Trump, che nel 2018 ha imposto il ritiro degli Stati Uniti d'America dall'accordo targato 2015, Bagheri Kani ha aggiunto, come riportato da Ansa:
"Il successo dei colloqui sarà determinato dal raggiungimento di un accordo per rimuovere le crudeli sanzioni imposte sull'Iran".
Kani ha concluso il suo intervento dicendo che se tutti i Paesi in campo collaboreranno, si potranno avere risultati in tempi brevi, parafrasando come traspare dalle sue stesse parole, riportate ancora una volta da Ansa:
"Sarà possibile arrivare a un accordo in tempi brevi (...) se gli altri partecipanti ai colloqui (Russia, Cina, Francia, Gran Bretagna e Germania) dimostreranno seriamente la volontà di accettare il meccanismo proposto dall'Iran per rimuovere le sanzioni".
Centrale nucleare di Bushehr, Iran - Sputnik Italia, 1920, 05.02.2022
Nucleare civile iraniano, l'amministrazione Biden alleggerisce le sanzioni a Teheran
Il Pacg, Piano d'azione congiunto globale, è l'accordo sottoscritto a Vienna il 14 luglio 2015 da Iran in primis , e da Unione Europea e Paesi membri del Consiglio di sicurezza delle nazioni unite (Cina, Russia, Stati Uniti , Gran Bretagna, Francia), più la Germania.
In base all'accordo precedentemente siglato, l'Iran ha provveduto all'eliminazione delle sue scorte di uranio a medio arricchimento, alla riduzione del 98% delle riserve di uranio a basso arricchimento e di due terzi dei suoi apparati di centrifugazione a gas.
In base agli accordi, l'Iran non può costruire nessun nuovo reattore nucleare ad acqua pesante.
Numerose le altre restrizioni cui il Paese orientale deve sottostare in base agli accordi, con la supervisione della AIEA, l'agenzia internazionale per l'energia atomica, che ha regolare accesso per quanto concerne tutti gli impianti nucleari del Paese.
Missile iraniano Zuljanah - Sputnik Italia, 1920, 15.01.2022
L' Iran testa nuovo missile spaziale a combustibile solido: servirà per lanciare satelliti in orbita
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала