Centrodestra, Tajani: "Tutti dobbiamo qualcosa a Berlusconi, ora bisogna guardare al futuro"

© AP Photo / Jean-Francois BadiasAntonio Tajani
Antonio Tajani - Sputnik Italia, 1920, 06.02.2022
Seguici suTelegram
Il giorno dopo le affermazioni di Matteo Salvini, sul centrodestra "sciolto come neve al sole", il vicepresidente di Forza Italia si dice ottimista e parla di un rinnovamento che "guardi al futuro".
Per Antonio Tajani il centrodestra non è archiviato, è "mancato gioco di squadra" nell'elezione al Colle, ma "bisogna imparare dagli errori" perché "dai problemi possono nascere cose buone". Piuttosto guarda alla direzione da prendere: "Dobbiamo presentare agli elettori un centrodestra rinnovato che guardi al futuro", ha detto a Skytg24 il coordinatore e vicepresidente di Forza Italia.

Sulla crisi: "Noi siamo sempre stati coerenti. Berlusconi è il fondatore ed è stato il federatore del centrodestra, che non avrebbe mai vinto senza di lui. A me non piacciono le polemiche. Tutti quanti dobbiamo a Berlusconi qualcosa, ha dato un ruolo importante alla Lega e Meloni con lui è stata ministro", ricorda Tajani.

Ricorda che "FI è l'anima popolare del centrodestra" e auspica che la Lega si "avvicini al Ppe". Poi sottolinea che "gli esperimenti centristi sono destinati a fallire con questo sistema elettorale".
In merito alle parole di Salvini, che ieri ha attaccato gli alleati dicendo che il centrodestra si è sciolto come neve al sole, il numero due di FI dice di essere "meno pessimista, anzi direi che sono ottimista. Bisogna guardare al futuro come in una famiglia, bisogna guardare alle cose concrete".
"Quando faccio una proposta di tipo politico penso alla mia famiglia - prosegue - Oggi quali sono i problemi in Italia? Non le liti nel centrodestra o nel centrosinistra, ma il caro bollette. Dobbiamo intervenire in maniera determinata da subito" ha concluso Tajani.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала